Milan, cosa serve per vincere lo Scudetto: le combinazioni

La clamorosa sconfitta dell’Inter in quel di Bologna consegna al Milan le chiavi di questo campionato: è tutto di nuovo nelle mani dei rossoneri

E’ una continua altalena di emozioni questa Serie A. Sembrava non dovesse esserci storia questa sera per la vittoria dell’Inter sul campo del Bologna, e invece è successo l’impensabile. Impresa dei padroni di casa che si impongono col risultato di 2-1 grazie ad una papera colossale di Radu, portiere che quest’oggi sostituiva Handanovic.

Stefano Pioli
Stefano Pioli (©LaPresse)

A quattro giornate dal termine di questa folle Serie A il Milan tiene il primato in classifica: nessuno lo avrebbe mai pensato soltanto tre ore fa. Ed invece l’ex nerazzurro Arnautovic oltre che Sansone regalano una gioia immensa in primis ai loro tifosi ma anche a tutto il popolo rossonero.

Il Milan ha il destino nelle proprie mani. Adesso non è più il tempo di pensare agli avversari da affrontare, alle gare da recuperare delle altre squadre. E’ tutto azzerato. Ora conta solo vincere le gare rimanenti. Fiorentina, Hellas Verona, Atalanta, Sassuolo. Mica male, eh. L’Inter di sicuro non mollerà, lo ha detto anche Simone Inzaghi nel post partita: “Due punti sono recuperabilissimi“. Bisogna vedere se il Milan sarà d’accordo o meno, caro Simone.

Milan capolista: può permettersi anche un pareggio nelle ultime quattro

In questi minuti solo una domanda campeggia nelle menti dei tifosi milanisti: cosa serve per vincere lo Scudetto? A 360 minuti dal gong finale, il Milan si gioca lo Scudetto. Ora possiamo dirlo senza peli sulla lingua.

Affinché i rossoneri riescano a laurearsi Campioni d’Italia per la diciannovesima volta nella propria storia, ovviamente bisogna cercare di vincerle tutte. Il gap dal secondo posto occupato dall’Inter è troppo piccolo per potersi cullare, e conoscendo Pioli non lo permetterà ai suoi ragazzi. Ma con la sconfitta subita dall’Inter, adesso il Milan può giocarsi anche una sorta di jolly, permettendosi un piccolo falso come un pareggio. Con tre vittorie ed un segno x, infatti, sempre nel caso in cui l’Inter dovesse riuscire a vincerle tutte, le due milanesi arriverebbero alla fine con gli stessi punti. Il Milan però è in vantaggio negli scontri diretti con i cugini grazie al derby vinto al ritorno con la doppietta di Giroud. Dunque, ricapitando:

IL MILAN E’ CAMPIONE D’ITALIA SE… ( a prescindere dall’Inter)

-Vince le ultime 4 partite di campionato

-Vince 3 partite su 4 e pareggia una