Agnelli: “San Siro? Ha fatto il suo tempo. Il nostro stadio invece…”

Il presidente dei bianconeri ha espresso il suo pensiero sull’impianto sportivo di Inter e Milan, definendolo antifunzionale

La questione del nuovo stadio di Milan e Inter è al centro delle discussioni da ormai diverso tempo. Si tratta di un punto fondamentale per la crescita delle due società ed entrambe sperano di ottenere nel mino tempo possibile il via libera.

Andrea Agnelli
Andrea Agnelli (©Ansa Foto)

Soprattutto il club rossonero è interessato a portare avanti le cose, dal momento che lo stadio è uno degli snodi principali nella trattativa con Investcorp. Dal Comune hanno sempre rilanciato la possibilità della ristrutturazione di San Siro, che oggi come oggi è considerato un impianto anacronistico. A confermarlo è stato anche il presidente della Juventus, Andrea Agnelli, è intervenuto all’evento “Il Foglio a San Siro”. Nell’occasione il patron bianconero ha trattato molti temi, dalla sua Juve alla Nazionale, ma si è espresso anche su San Siro.

Queste le sue parole: “San Siro? Lo dissi già qui qualche anno fa e fui abbastanza criticato ma sono abituato. Secondo me San Siro ha fatto il suo tempo, si è sacrificato uno stadio come Wembley. Sono stato sia nel vecchio Wembley per Sampdoria-Barcellona in finale di Coppa dei Campioni che al nuovo Wembley: non c’è paragone”.

Agnelli ha poi aggiunto sul tema: “Uno stadio come questo è antifunzionale per qualsiasi attività si faccia nel calcio. Quanto pesa il nuovo stadio per la Juventus? I ricavi sono in crescita del 700% rispetto al Comunale. L’Italia avrà bisogno di uno stadio da più di 65mila spettatori per i grandi eventi”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da MilanLive.it (@milanliveit)