Class CNBC – Cessione Milan, slitta il signing tra Elliott e Investcorp: il motivo

La firma tra Elliott e Investcorp per la compravendita del club rossonero è stata rinviata: c’è una ragione precisa.

Il Milan è in piena corsa per lo Scudetto e sia squadra che dirigenza sono focalizzate sull’obiettivo di riconquistare il tricolore. Ma fuori dal campo sta succedendo qualcosa di molto importante per il futuro del club.

Casa Milan
Casa Milan (©Ansa Foto)

Com’è noto, da settimane c’è una trattativa tra Elliott Management Corporation e Investcorp per la compravendita della società rossonera. Il fondo del Bahrain, ma con sedi anche a New York e Londra, vuole investire 1,1 miliardi di euro per diventare il nuovo proprietario del Milan.

Secondo quanto rivelato da Class CNBC, non sarà quella di venerdì la giornata del signing. Inizialmente più fonti avevano rivelato che domani le parti avrebbero firmato l’accordo definitivo, in attesa poi del closing che sarebbe avvenuto dopo la fine del campionato. La sottoscrizione dell’intesa ha subito uno slittamento tecnico per dare più tempo ai legali.

Milan a Investcorp: nessun passo indietro di Elliott

Non trapela nessuna preoccupazione per quanto riguarda la riuscita dell’operazione. Anche se Elliott e Investcorp non hanno rilasciato commenti ufficiali, finora sono arrivate sono indiscrezioni che fanno pensare che il club rossonero tra non molto cambierà proprietà.

I nuovi probabili padroni hanno alle spalle investitori molto forti, basti pensare che il 20% di Investcorp è nella mani di Mubadala Invest Company, fondo sovrano di Abu Dhabi. Il futuro del Milan sembra decisamente roseo, anche se è presto per sbilanciarsi sul tipo di calciomercato che verrà fatto in estate e su altre mosse dell’eventuale nuova proprietà.

Una delle certezze, però, sembra la conferma dell’attuale management sportivo. Paolo Maldini e Frederic Massara dovrebbero rimanere al loro posto, così come l’allenatore Stefano Pioli.