Milan, sfuma definitivamente: ufficiale il rinnovo

Il talento ha prolungato fino al 2026 e non rappresenta quindi più un’occasione per il club rossonero, che guarderà altrove

Adesso si può dire che è sfumato uno degli obiettivi del Milan per la prossima stagione, anche se non era da considerarsi fra quelli primari per il club rossonero.

La società sta mettendo gli occhi su diversi prospetti in questi mesi, nonostante il campionato non sia ancora terminato, in modo da farsi trovare pronta per la prossima stagione. Uno di questi riguardava il centrocampo, reparto nel quale il Diavolo perderà con ogni certezza Franck Kessie a fine stagione, diretto al Barcellona. Stefano Pioli ha bisogno quindi di nuovi rinforzi per il ruolo e uno dei nomi che erano circolati nelle ultime settimane veniva dalla Ligue 1. Si tratta di Maxence Caqueret.

Parliamo di un centrocampista completo, dotato di buona visione di gioco ma anche molto dinamico. Caqueret è all’OL da più di 10 anni e ha già collezionato 88 presenze con il club francese, 37 delle quali in questa stagione sotto la guida di Peter Bosz. Per Maldini rappresentava un’opzione interessante per rimpiazzare l’ivoriano, ma non la prima scelta, che rimane invece sempre Renato Sanches del Lille.

Caqueret fino al 2026 con il Lione

Il classe 2000 era in scadenza e rappresentava una ghiotta opportunità per la metà campo, vista la chance di accaparrarsi il giocatore a parametro zero. Come si vociferava già da qualche giorno in Francia però, il centrocampista ha rinnovato il contratto con il Lione ed esce quindi da ogni possibile discorso di mercato, sia per il Milan che per gli altri club che potevano essere interessati.

Il Lione ha reso nota la notizia del rinnovo fino al 2026 da parte del 22enne sui propri canali ufficiali, dicendosi molto contenta dell’accordo. Il Milan quindi, che teneva d’occhio la sua situazione, dovrà guardare subito a diverse alternative, nel caso in cui Renato Sanches non dovesse convincersi ad accettare la destinazione. Ricordiamo che sul portoghese c’è anche la Juventus.