Milan, un anno fa una vittoria roboante: per i due allenatori, ora, lo stesso destino

E’ passato già un anno da una delle vittorie più significative ottenute dal Milan nel finale di campionato della scorsa stagione

Un anno dopo e siamo ancora qui, a lottare e in piena corsa per un obiettivo importantissimo. Dodici mesi fa, il 12 maggio 2021, il Milan ha vissuto un’altra tappa fondamentale di un biennio che, comunque vada a finire, resterà indimenticabile.

Torino-Milan
Torino-Milan (Ansa Foto)

Si giocava con un turno infrasettimanale, la terzultima giornata di Serie A e il Milan, reduce dallo 0-3 contro la Juventus e da una posizione Champions riconquistata, faceva visita a  un Torino che si è ritrovato improvvisamente invischiato in zona retrocessione. Senza Ibrahimovic, infortunato al ginocchio allo Stadium, i rossoneri non potevano sbagliare, viste le concomitanti vittorie di Atalanta, Napoli e Juventus e le distanze risicatissime in classifica.

All’Olimpico è uno show del Milan che si impone 0-7, segnando per la quarta volta nella sua storia in Serie A un tale numero di gol. Apre le marcature Hernandez che poi farà doppietta nella ripresa, raddoppia Kessie su rigore , triplica Diaz poi un Rebic ispiratissimo ne fa tre e si porta il pallone a casa.  Una vittoria decisiva quella del 12 maggio per l’agognato ritorno in Champions League atteso da sette anni. Per il Torino, una serata da incubo. Per entrambe le squadre però, la “sofferenza” non era affatto finita.

Pioli e Nicola, stesso destino un anno dopo

Corsi e ricorsi storici nel calcio, possiamo ribadirlo ancora una volta. A un anno di distanza da quello 0-7, Stefano Pioli  e Davide Nicola, si trovano, infatti, nella medesima situazione di allora a due giornate dalla fine del campionato. Pioli con il suo Milan è in piena lotta per un traguardo di vertice, Nicola, ora alla Salernitana, deve raggiungere lo stesso obiettivo centrato dodici mesi fa con il Torino.

Nel campionato scorso, entrambi i tecnici hanno compiuto la loro missione. Il Milan di Pioli, dopo lo 0-0 interno con il Cagliari alla penultima che ha rischiato di compromettere tutto, è andato a prendersi la Champions a Bergamo con l’Atalanta, battendola 0-2. Il Torino di Nicola, travolto 4-1 dallo Spezia tre giorni dopo la debacle con il Milan, è riuscito a salvarsi con lo 0-0 contro la Lazio e il concomitante pareggio del Crotone contro il Benevento in casa dei sanniti allenati da Inzaghi.

La storia si ripeterà di nuovo ?  Vedremo, i verdetti non sono così lontani …