Zaniolo, confermato l’interesse del Milan: dipende da…

I rossoneri hanno effettivamente mostrato il gradimento per il trequartista dei giallorossi: dipenderà da alcuni fattori

Continua a ricevere conferme il gradimento della società rossonera per uno dei giocatori più importanti della nostra Serie A. A fine stagione Maldini e Massara potrebbero fare un tentativo per andare a rinforzare la squadra.

Nicolò Zaniolo
Nicolò Zaniolo (©LaPresse)

La rosa a disposizione di Stefano Pioli è già molto importante, a maggior ragione se dovessero arrivare, come ormai sembra, anche Sven Botman e Divock Origi. Tuttavia l’impressione è che manchi qualcosa sulla trequarti, un giocatore che sia in grado di dare maggior incisività al reparto avanzato e che possa aumentare la pericolosità offensiva con gol e assist.

I profili analizzati sono tanti e quello di Nicolò Zaniolo risulta essere fra quelli. Come è stato raccontato nelle ultime ore, per il centrocampista della Roma sarà rinnovo o addio al termine della stagione. I giallorossi devono giocarsi la finale di Conference League e quindi sono concentrati sul campo, ma dopo quella partita il tema Zaniolo tornerà ad essere centrale.

Zaniolo, la Juve offre contropartite ma c’è anche il Milan

Sulla situazione del trequartista giallorosso ha fatto il punto Marco Conterio, giornalista di Tuttomercatoweb, attraverso un post sul proprio profilo Twitter. Per quanto riguarda il rinnovo sarebbe al momento tutto fermo. Il prolungamento rappresenterebbe l’unico modo della squadra capitolina per trattenere il proprio gioiello ma in questi giorni non sono stati fatti passi avanti in questo senso.

La Juventus è sempre lì, pronta a cogliere l’occasione, ma non ha intenzione di spendere i 50 milioni chiesti dai Friedkin. La proposta del club bianconero è quella di inserire due contropartite, ovvero i centrocampisti Weston McKennie  Nicolò Fagioli, in attesa che la Roma apra a questa soluzione.

Confermati anche gli approcci del Milan . L’interesse per il classe ’99 c’è eccome ma molto dipenderà dalla nuova proprietà e da quanto questa sarà disposta a spendere sul mercato. Effettivamente i rossoneri avrebbero meno contropartite appetibili da inserire nell’affare.