Milan, non solo Kessie: altri 3 addii sicuri dopo Sassuolo

Il Milan cambierà sicuramente parte della sua rosa con l’avvio della stagione 2022-2023. Alcuni calciatori sono pronti a dire addio.

Tutta l’attenzione del Milan è ovviamente incentrata sull’ultimissimo ostacolo di campionato. Ovvero il Sassuolo, avversario nella delicata trasferta di domenica 22 maggio alle ore 18.

Pioli e Kessie
Pioli e Kessie (©LaPresse)

Una volta archiviata questa decisiva sfida, vada come vada, il Milan dovrà pensare subito al futuro. A mantenere alto il livello tecnico e caratteriale della squadra e sostituire degnamente coloro che partiranno in estate. Come il titolarissimo Franck Kessie, che da tempo ha deciso di andar via.

Kessie saluterà il Milan ufficialmente dopo la gara di domenica. Ha già un accordo con il Barcellona e lascerà a costo zero, facendo scontenti così moltissimi suoi tifosi in rossonero. Ma l’ivoriano non sarà l’unico a dare l’addio: anche altri 3 calciatori della rosa attuale sembrano già con le valigie in mano.

Ormai fuori dai piani: i tre rossoneri sono pronti a salutare

Come sostiene il Corriere della Sera, Sassuolo-Milan sarà sicuramente l’ultima gara con la maglia del Milan per questi altri calciatori, che sembrano ormai fuori dai piani tecnico-tattici di mister Pioli.

Partiamo da Alessio Romagnoli, il cui futuro è ancora difficile da interpretare. Ma con una certezza: saluterà il Milan da capitano, vista la scadenza imminente di contratto e l’impossibilità di rinnovare. Oggi il giornalista Alfredo Pedullà è tornato a parlare di Lazio come meta nuovamente possibile: contatti in corso e accordo non così lontano. Il Milan sarà presto un ricordo per il numero 13.

In uscita certamente Samu Castillejo. L’esterno spagnolo sarebbe già dovuto partire in estate, quando fu proposto allo Spartak Mosca. E poi anche l’inverno scorso, quando Sampdoria ed Espanyol tentarono di fargli cambiare aria. Tutto sfumato, ma il classe ’95 ha le ore contate a Milanello.

Castillejo ha molte proposte in Spagna e sembra avere le valigie pronte da tempo. Saluterà il Milan a breve, anche con una cessione low-cost visto il contratto che scadrà a giugno 2023.

bologna-milan
Bologna-Milan (©Ansa Foto)

Il terzo sicuro partente sarà Tiemoué Bakayoko. Tornato al Milan dopo tre anni come risorsa d’esperienza in mediana, il francese ha giocato poco e male. Negli ultimi mesi i problemi al tendine lo hanno messo k.o. continuamente. Insomma, un flop nella rigogliosa stagione milanista, che porterà Paolo Maldini ad annullare il prestito biennale con il Chelsea in anticipo. Il Milan farà spazio per acquistare un mediano più utile.

L’enigma più grande resta però un certo Zlatan Ibrahimovic. Pro e contro sulla sua permanenza: è un leader nato e ha ancora voglia di giocare nel ‘suo’ Milan. Ma il contratto in scadenza e le condizioni muscolari precarie (a quasi 41 anni di età) lo stanno spingendo verso un ritiro inesorabile.