Cremonese, Braida vuole un ex Milan in panchina: due candidati

La Cremonese deve sostituire Pecchia: Braida pensa di prendere un ex allenatore del Milan, ci sono due idee.

Una delle sorprese del campionato di Serie B è stata senza dubbio la Cremonese, che è riuscita a conquistare la promozione diretta in Serie A. All’ultima giornata ha beffato il Monza di Silvio Berlusconi e Adriano Galliani.

Ariedo Braida
Ariedo Braida (©Ansa Foto)

Ariedo Braida, consulente strategico del club grigiorosso, ha fatto uno “scherzetto” i suoi vecchi amici con i quali ha lavorato per oltre vent’anni al Milan. Ci sono anche suoi meriti se la squadra allenata da Fabio Pecchia è riuscita a riconquistare la massima divisione italiana a distanza di ventisei anni dall’ultima volta.

A proposito di Pecchia, l’allenatore originario di Formia ha deciso di lasciare la Cremonese. Nonostante la promozione in Serie A, ha preferito dire addio al club lombardo e adesso valuta altre offerte per il suo futuro. Ci sono già voci inerenti un possibile trasferimento al Parma.

Cremonese, idee Inzaghi e Gattuso per il dopo Pecchia

Braida e il resto della dirigenza sono rimasti sorpresi dalle dimissioni di Pecchia, ma stanno già lavorando all’ingaggio di un nuovo tecnico. Uno dei primi nomi spuntati fuori è quello di Filippo Inzaghi, che in questa stagione ha allenato il Brescia in Serie B prima di venire esonerato.

Ma secondo Tuttomercatoweb.com, il grande sogno della Cremonese è Gennaro Gattuso. Anche lui ha giocato e allenato al Milan, ma è fermo da un anno. Conclusa l’avventura al Napoli avrebbe dovuto guidare la Fiorentina, ma poi la cosa non è andata in porto a causa di alcune divergenze con la società.

Braida conosce molto bene Inzaghi e Gattuso, avendoli avuti al Milan quando era dirigente sportivo rossonero. Sono due nomi nella sua lista, ma ce ne sono anche altri. Importante per la Cremonese affidarsi al tecnico giusto e allestire una squadra in grado di guadagnarsi la salvezza in Serie A.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da MilanLive.it (@milanliveit)