Sassuolo-Milan 0-3, le pagelle: Giroud bomber scudetto, Leao è un fenomeno

Sassuolo-Milan 0-3, le pagelle: Giroud ancora decisivo regala lo scudetto al Milan, Leao spariglia e fa tre assist. Kessie torna a dominare  

Una prima frazione piena di occasioni per il Milan, che recupera un’infinità di palloni aggredendo e trovando addirittura tre gol. E’ Giroud ad andare a segno per due volte su assist di Leao, al 17′ e al 32′. Prima la solita cavalcata del portoghese che serve in area il compagno, poi dopo una palla persa in zona pericolosa dai padroni di casa. Il primo tempo si chiude ancora con un gol dei rossoneri al minuti 36′, su un’altra dormita del Sassuolo. Stavolta è Krunic che ruba palla e lancia Leao, il quale trova a rimorchio Kessie. Palla sotto l’incrocio e primo tempo che finisce sullo 0-3.

Giroud Leao Kessie
Olivier Giroud, Franck Kessie e Rafael Leao (©Ansa Foto)

Secondo tempo senza praticamente alcuna emozione, eccezion fatta per qualche fiammata. Rossoneri vicini anche al 4-0, ma il colpo di testa di Ibrahimovic viene annullato per fuorigioco in partenza di Leao. Il Milan porta a casa la vittoria senza soffrire, e si laurea Campione d’Italia per la 19esima volta nella sua storia.

Sassuolo-Milan, le pagelle

Maignan 7,5: Inoperoso per tutto il primo tempo, riesce a intervenire con un grande riflesso sull’unico pericolo arrivato su palla inattiva. Anche nel secondo tempo viene chiamato in causa, rispondendo presente su qualche tentativo dalla distanza del Sassuolo.

Calabria 7,5: Primo tempo più in ombra, con poche cavalcate e tanti palloni in fase di impostazione ma nella seconda frazione non sbaglia mai una giocata. Partita perfetta.

Kalulu 7,5: Concentrato e duro nei contrasti, perfetto per tutti i 90 minuti.

Tomori 7,5: Solita aggressività e lucidità. L’intervento su Berardi a fine gara è imperioso (Romagnoli 81′ sv).

Theo Hernandez 7,5: Tante palle recuperate e accelerazioni, è dalla sua fascia che nascono i maggiori pericoli insieme al compagno di reparto Leao è incontenibile.

Tonali 6,5: Partita intelligente e di grande applicazione, che si conclude a fine primo tempo dopo aver procurato un’ammonizione (Bennacer 45: 6).

Kessie 7,5: Decisivo in mezzo al campo, fa schermo e poi riparte. Il gol dello 0-3 di piatto con il piede sinistro è un capolavoro, nel secondo tempo torna il solito dominante Kessie.

Saelemaekers 7: Parte bene e prova sempre a farsi pericoloso in avanti. Un po’ imprecisione nelle conclusioni ma nel secondo tempo sale in cattedra con tante giocate intelligenti (Florenzi 81′ sv).

Krunic 7: Importante il suo ruolo al centro del campo, fa densità e ruba tanti palloni importanti. Proprio da un suo pressing nasce il terzo gol del Milan (Brahim Diaz 73′: sv).

Leao 8: Semplicemente imprendibile nella prima frazione, salta e punta con costanza ed efficacia. Fornisce addirittura tre assist per i compagni e va vicino al gol. E’ sicuramente l’uomo scudetto del Milan.

Giroud 8: Da vero uomo d’area di rigore si fa trovare subito pronto nel momento decisivo. Sblocca la partita e poi raddoppia, regalando lo scudetto al Milan (Ibrahimovic 73′: sv).