Milan, RedBird ha deciso: le novità sul futuro della dirigenza rossonera

Pare ormai fatta per il passaggio di proprietà del Milan. Elliott vende ad un altro fondo americano, RedBird, ma resterà con quote di minoranza

Come risaputo e confermato anche dalla nostra redazione, questa mattina c’è stato l’incontro tra RedBird ed Elliott. Con l’uscita dai giochi di Investcorp è solo questione di tempo prima che venga ufficializzato il passaggio di proprietà. Il club resterà solido, Elliott è sicuro di cedere ad un fondo affidabile e che continuerà a far splendere il Milan.

Maldini e Massara
Maldini e Massara (©LaPresse)

Quest’ultimo passaggio sarà molto importante, in particolar modo dopo quello che è successo ieri. Con la vittoria dello Scudetto dopo ben undici anni il Milan è ufficialmente tornato grande e sarà anche testa di serie nella prossima edizione in Champions League. Ciò significa che in questa estate bisognerà lavorare sodo, sia nel gestire la rosa già presente sia nell’andare a selezionare dal calciomercato quegli elementi funzionali al gioco di Pioli.

Sarà un lavoro molto importante quello che spetterà a RedBird. Dovrà investire, questo è poco ma sicuro. Perché per rimanere ai vertici italiani, dove le altre società vorranno migliorarsi ed essere più competitive, e per dire la propria anche in Champions League, dove in questa stagione i rossoneri hanno avuto il primo impatto non del tutto positivo, è inevitabile che andranno acquistati giocatori esperti della competizione e che possano dare il giusto apporto alla causa. In tal senso ci si sta già muovendo, ma la domanda che risuona da alcune settimane nella testa dei tifosi milanisti è: che ne sarà di Maldini e Massara?

Maldini e Massara, futuro deciso: RedBird non ha dubbi

Secondo quanto riportato da Sportmediaset e come anticipato anche da noi negli scorsi giorni, RedBird avrebbe deciso di andare avanti con l’attuale dirigenza. Ancora spazio dunque a Maldini e Massara, tutto da vedere invece il futuro di Ivan Gazidis. Il giusto premio a degli uomini che con il loro progetto hanno saputo ridare vitalità all’ambiente Milan fino al raggiungimento del diciannovesimo scudetto della storia del club.

Possono quindi proseguire le trattative di mercato intavolate già da qualche mese. Parliamo di quelle riguardanti Divock Origi, che diventerà ufficialmente un calciatore del Milan dopo la finale di Champions League tra Liverpool e Real Madrid, ma parliamo anche di Botman e Renato Sanches, vicini sì ma con qualche dettaglio ancora da limare. Saranno ancora Maldini e Massara i protagonisti del mercato rossonero, e se i risultati ottenuti finora hanno portato ad uno scudetto, non si può far altro che migliorare ancor di più adesso.