Milan, l’ultimo “regalo” di Boban al club: il retroscena

Boban ha avuto un ruolo importante nell’acquisto di Leao nel 2019: credeva fortemente nel talento portoghese e anche il contratto lo dimostra.

A dir poco straordinaria la stagione disputata da Rafael Leao, decisivo nella conquista dello Scudetto da parte del Milan. I numeri parlano in modo chiaro: 14 gol e 12 assist in 42 presenze tra Serie A, Coppa Italia e Champions League.

Zvonimir Boban e Rafael Leao (©LaPresse)

L’esterno offensivo portoghese è davvero maturato dopo due anni in rossonero nei quali aveva mostrato di avere talento, ma non continuità. Gli era spesso mancata la costanza non solo da una partita all’altra, ma anche all’interno dei 90 minuti. Nella stagione appena conclusa ha fatto dei netti passi avanti e i suoi margini di crescita sono ancora enormi.

Stefano Pioli ha detto più volte che già dal primo allenamento della nuova annata lo ha visto cambiato nella mentalità e questo ha fatto la differenza. In precedenza il suo atteggiamento in campo era stato oggetto di qualche critica, che adesso è svanita completamente. Il Diavolo ha in casa un potenziale campione.

Calciomercato Milan, Boban e la clausola di Leao

Il Milan vuole puntare su Leao per il futuro e spera di trovare un accordo per il suo rinnovo di contratto. L’attuale scadenza è fissata per giugno 2024 e senza prolungamento si andrebbe forzatamente verso una cessione già nella finestra estiva del calciomercato che inizierà il 1° luglio.

Paolo Maldini e Frederic Massara faranno di tutto per convincere Rafa a sposare ancora il progetto rossonero. I contatti con l’agente Jorge Mendes vanno avanti da tempo e finora non è arrivato un accordo. Con la fine del campionato, la trattativa ripartirà e si spera di giungere a un lieto fine. Ora l’ex Lille guadagna circa 1,5-1,6 milioni di euro netti annui e probabilmente servirà fargli un’offerta da almeno 5 milioni per tenerlo.

In questi giorni è anche emerso che nel contratto di Leao è presente una clausola di risoluzione da 150 milioni. Il quotidiano La Repubblica scrive che è stata fortemente voluta da Zvonimir Boban, che nell’estate 2019 era dirigente del Milan e ha insistito per aggiungere questo dettaglio importante all’accordo. Sicuramente questa è stata un’ottima mossa e in caso di cessione il club rossonero cercherà di guadagnare la cifra più alta possibile.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da MilanLive.it (@milanliveit)