Berlusconi e la provocazione sul Milan: “Monza in vendita? Vi spiego”

L’ex presidente del club rossonero ha parlato ai media dopo la vittoria del Monza sul Pisa, parlando anche del Milan

Dopo la vittoria per 2-1 del suo Monza sul Pisa nella finale d’andata dei playoff di Serie B, Pier Silvio Berlusconi ha parlato anche del suo vecchio club, il Milan, lasciando una simpatica provocazione.

Pier Silvio Berlusconi
Pier Silvio Berlusconi (©LaPresse)

Subito dopo il successo dei brianzoli, il patron si è concesso a qualche domanda dei giornalisti. Quando gli è stato chiesto se volesse tornare a vivere le emozioni che hanno vissuto qualche giorno fa i rossoneri, lui ha risposto così: “Bisogna tornare al Milan, io e Galliani dobbiamo tornare. Non si sai mai. Ricominciare a vincere tutti gli anni, come abbiam fatto per trent’anni con otto scudetti, cinque coppe dei Campioni, eccetera eccetera”.

Sono quindi ancora fortemente scolpiti nella sua testa gli anni delle tante vittorie con il Diavolo. Berlusconi ha poi parlato dell’importantissima partita di ritorno del Monza a Pisa, nella quale ci si gioca la Serie A: “Non abbiamo segreti, bisogna giocare bene perché tecnicamente ci sono certe regole che la squadra deve applicare per arrivare dei gol…in contropiede”.

Poi il grande Silvio, tornando a parlare seriamente, ha fatto il punto della situazione sulle questioni societarie riguardanti il Monza, escludendo un comunque improbabile ritorno al Milan: La notizia della vendita del Monza per l’acquisto di una quota del Milan è destituita di fondamento. Il Monza non è in vendita. Adesso c’è bisogno della massima concentrazione per la finalissima di domenica”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da MilanLive.it (@milanliveit)