Milan, Maldini: “2-3 colpi per la Champions”. Poi un’importante conferma

Le confessioni di Paolo Maldini sul mercato del Milan, sia quello che è stato sia quello che verrà con diversi colpi in canna.

Archiviato con enorme gioia e soddisfazione il campionato 2021-2022, il Milan si tuffa nei piani per migliorare ancora in futuro. A tenere banco nei prossimi mesi saranno i rumors di calciomercato.

Nesta e Maldini
Alessandro Nesta e Paolo Maldini (©LaPresse)

Lo sa bene Paolo Maldini, anche se prima andranno affrontate altre questioni. In primis il possibile cambio di proprietà, con il fondo americano RedBird pronto ad intervenire. Ma anche i rinnovi dei contratti in scadenza, come il suo o quelli di alcuni calciatori rilevanti.

Il passaggio di proprietà eventuale condizionerà il tutto, come Maldini ha spiegato oggi alla Gazzetta dello Sport nella lunga intervista: “Nell’aria c’è curiosità. Qualche giocatore con il quale stavamo parlando di rinnovi ci ha detto: ‘Aspettiamo perché magari ci saranno più soldi’”.



Maldini tra la permanenza di Leao ed i nuovi colpi

In attesa di capire chi gestirà il Milan del futuro, Paolo Maldini ha già le idee chiare: “Con due o tre acquisti importanti e il consolidamento dei giocatori che abbiamo possiamo competere per qualcosa di più grande in Champions”.

Tra i calciatori più chiacchierati c’è anche Rafael Leao, diviso tra rinnovo e tentazioni estere: “È un diamante ancora grezzo, che da un anno all’altro ha avuto grandi miglioramenti. L’abbiamo preso dalla panchina del Lilla pagandolo 24 milioni e gli abbiamo messo subito una clausola da 150 milioni perché io, Boban e Massara credevamo in lui. Potenzialmente è sempre stato un campione. Doveva fare un percorso che peraltro ancora non è finito. È estremamente intelligente e aveva bisogno di essere un pochino aiutato. Ci ho parlato molto. È chiaro che se in futuro il Milan non sarà a livello di Leao o Leao non sarà a livello del Milan le cose potranno cambiare. Ma in questo momento la crescita è esponenziale per il club e per lui”.

Rafael Leao
Rafael Leao (©LaPresse)

Sui prossimi colpi in programma: “Per l’attacco stiamo parlando con Origi e la cosa è ben indirizzata. Non dimentichiamo che Giroud è un campione, un giocatore di alto livello. Ma abbiamo anche Rebic. Le soluzioni ci sono. Poi è normale che per competere devi pensare di migliorare qualcosa. Ci muoveremo in base al budget. Botman? L’abbiamo seguito, ma di giocatori validi in quel ruolo ce ne sono molti”.