Idee chiare per il Milan, “Impossibile senza Maldini, ora un 9 e un 10”

Intervenuto ai microfoni de La Gazzetta dello Sport, Serginho ha parlato di Milan: da Maldini ai consigli per gli acquisti

Il Milan non può fermarsi. Servono nuovi acquisti per restare nei piani alti della classifica in Serie A e per iniziare ad avvicinarsi ai grandi club europei.

Paolo Maldini
Paolo Maldini (©LaPresse)

Ai microfoni de La Gazzetta dello Sport, Serginho ha parlato di tanti tempi, partendo proprio dal gap da colmare – “Il Milan ha vinto a sorpresa in Italia, ma è una squadra che può stare al top in Serie A. Per competere in Europa però siamo ancora un po’ indietro: con Real Madrid, Psg, Chelsea, Liverpool esiste un gap tecnico che non si può negare. A che cosa può ambire adesso il Milan? Difficile capire i piani di una nuova società che deve ancora formarsi. Certamente al Milan mancano un po’ di qualità a centrocampo e sulla trequarti”.

Cosa serve – I consigli per gli acquisti di Serginho al Milan – “Giroud è fortissimo, ma ha la sua età e gli deve arrivare la palla pulita – prosegue Serginho -. Diciamo che mancano un dieci un nove e anche una certa fisicità a centrocampo, perché sostituire Kessie non sarà semplice. Era in scadenza di contratto, ma ha sopportato le pressione e ha dato tutto per il Milan fino alla fine. E’ stato un vero professionista, esemplare”.

Il pensiero su Maldini

Impossibile non parlare di Paolo Maldini. Il brasiliano non ha dubbi in merito al puntare sull’italiano come Direttore generale – “C’è poco da dire – prosegue Serginho -, è una bandiera e ormai anche un professionista che ha dimostrato di saper gestire benissimo un gruppo. Paolo, Massara, Pioli hanno fatto un lavoro eccellente. Forse Paolo non è stato ancora chiamato per il rinnovo perché c’era incertezza sulla nuova proprietà, ma è impossibile pensare a un percorso diverso, senza di lui”.