Al Milan Origi non basta, “Nkunku per Pioli”

Arrivano le parole dell’ex Milan che suggerisce l’attaccante francese per rafforzare il reparto offensivo dei rossoneri. Ecco di chi si tratta

Si preannuncia un’estate davvero calda per il Milan. Con l’arrivo di Gerry Cardinale in Italia si potrà dare il via alle danze.

Nkunku
Nkunku (©LaPresse)

Serviranno le firme di Paolo Maldini e Frederic Massara per continuare a lavorare, per continuare un progetto che ha riportato i rossoneri a conquistare lo Scudetto.

Il tifoso ha voglia di sognare in grande ma prima come detto bisogna che la dirigenza metta nero su bianco. Anche Jean-Pierre Papin – intervenuto ai microfoni della Gazzetta dello Sport, non ha dubbi in merito: “Paolo è il Milan, non posso immaginare un futuro senza di lui. Ha svolto un lavoro straordinario, il suo contratto e quello di Massara sono i primi da prolungare”.

L’ex attaccante rossonero, poi, esalta il lavoro di Stefano Piobli, fondamentale per il lavoro svolto in questi anni: “È sua la firma più importante sullo scudetto, in due-tre anni ha costruito una squadra vincente – prosegue Papin -. Non sbaglia una mossa, è perfetto per lo stile e la storia del club. Ha dato al Milan un gioco da top club europeo e ha fatto crescere i giovani, come Tonali, già un uomo squadra, l’anima del centrocampo e non solo, e Leao”.

Il consiglio per gli acquisti

Come raccontato, più volte, il Milan si sta muovendo per rafforzarsi dalla trequarti in su. I nomi caldi e sempre più vicini a vestire i rossoneri sono Noa Lang e soprattutto Divock Origi.

Il belga è atteso in città per svolgere le visite mediche e legarsi al club rossonero nell’immediato ma l’ormai ex Liverpool, secondo Papin, non può bastare: “E’ un buon giocatore, con esperienza ad altissimo livello. Ma per il Milan ci vuole di più… Penso a Nkunku del Lipsia, veloce ed efficace sotto porta: lo vedrei molto bene con Pioli”.