Il piano di Red Bird: trasformare il Milan in una media company

Red Bird può finalmente pensare alla crescita del Milan: il piano per migliorare il club dentro e fuori dal campo

Ora è davvero tutto fatto. Il signing è avvenuto: il Milan passa da Elliott al fondo Red Bird. Gerry Cardinale ha firmato i documenti per l’acquisto del club rossonero ed è pronto a lavorare per renderlo ancora più grande.

Casa Milan
Casa Milan (©LaPresse)

Il piano di Red Bird è stato svelato, nel dettaglio, da MilanoFinanza, che sostiene come l’obiettivo sia quello di trasformare il Milan in una media company.

Passaggio obbligato sarà la costruzione del nuovo stadio, che rappresenta certamente uno delle sfide più difficili. Abbiamo imparato, negli anni, a capire come non sia per nulla facile avere un nuovo impianto di gioco.

Non solo stadio

Mentre Cardinale proverà a vincere questa sfida, verosimilmente con al fianco di Elliott, la società porterà le proprie conoscenze per far crescere il marchio Milan. Serviranno nuovi sponsor, servirà entrare a far parte di nuovi mercati esteri.

E’ chiaro che la crescita del brand va di pari passo con quello della squadra. Un Milan ai vertici in Champions League non può far altro che attrarre nuove partnership.

Il miglioramento della rosa, dunque, è un passaggio obbligato. Cardinale dovrà convincere Paolo Maldini a restare in sella. Il Direttore tecnico aveva parlato di 2-3 colpi per fare uno step successivo: gli argomenti per continuare a lavorare al Milan sono dunque chiari.

Cardinale non può cominciare perdendo per strada ciò che più di tutti e tutto rappresenta il Milan nel mondo. Sarebbe una sconfitta sul piano sportivo, per quanto dimostrato in questi anni di gestione, ma anche di immagine.