Milan, firme in arrivo: possibile annuncio in giornata!

La cessione del club rossonero si avvicina: a breve la firma dell’accordo vincolante tra Elliott e RedBird. Cardinale atteso in Italia.

Finita la stagione con la conquista dello Scudetto, in casa Milan presto ci dovrebbe essere il cambio di proprietà. Salvo colpi di scena, la maggioranza delle quote passerà da Elliott Management Corporation a RedBird Capital Partners.

RedBird Capital Partners
RedBird Capital Partners

Stando alle ultime indiscrezioni circolate, gli attuali padroni del club dovrebbero rimanere come soci di minoranza. Invece la società americana di investimento guidata da Gerry Cardinale acquisirà almeno il 70% delle azioni e controllerà il Diavolo. L’offerta da 1,3 miliardi di euro e il progetto per la crescita ulteriore della squadra hanno convinto Paul e Gordon Singer, che hanno preferito i connazionali rispetto al fondo del Bahrain Investcorp.

RedBird è stata creata nel 2014 e ha investito molto sia nel settore sportivo che in quelli dei media e dell’intrattenimento. Possiede il Tolosa, appena promosso dalla Ligue 2 alla Ligue 1 con  un progetto sostenibile economicamente. Inoltre ha comprato l’11% del Fenway Sports Group, proprietario sia del Liverpool che dei Boston Red Sox. Utilizza tecnologie all’avanguardia per raccogliere dati analizzando le prestazioni dei giocatori. Gestisce patrimoni per 6 miliardi, ma punta a raddoppiare a breve.

Cessione Milan, a breve il signing tra Elliott e RedBird

La Gazzetta dello Sport scrive che l’inizio di una nuova era al Milan è ormai prossimo. Già oggi Elliott e RedBird potrebbero firmare i contratti vincolanti per sancire di fatto la cessione del club. Le parti hanno ormai raggiunto l’accordo totale e il signing sembra ormai una formalità. È atteso il ritorno a Milano di Gerry Cardinale. Firme e annuncio ci saranno dopo il suo arrivo.

L’uomo d’affari americano ha un’agenda molto fitta, dovrà occuparsi della conferma dell’attuale management rossonero e anche della questione stadio. La nuova proprietà dovrebbe proseguire il progetto sportivo con una linea molto simile a quella adottata da Elliott, dunque con una strategia sostenibile economicamente.

Il quotidiano sportivo nazionale spiega che dopo le firme imminenti sui contratti vincolanti potrebbero volerci circa due mesi per il closing effettivo, ma nel frattempo RedBird si potrà insediare e iniziare a dare la propria impronta al progetto. C’è grande attesa di vedere le mosse che verranno fatte in sede di calciomercato e pure sullo stadio, ma prima ci sarà da confrontarsi con Paolo Maldini e Frederic Massara i cui contratti sono in scadenza. Adesso focus sulle firme, poi Cardinale si occuperà di tutto il resto. Si attendono aggiornamenti a breve.