Rivoluzione sulla trequarti: il Milan cambia volto

Non solo acquisti, il Milan si prepara a cedere: diversi calciatori potrebbero lasciare il Diavolo, cambiando il volto della trequarti

Sarà rivoluzione sulla trequarti. Il Milan si prepara a vivere un’estate calda sul mercato. Gerry Cardinale è atteso a Milano per mettere nero su bianco. Il club rossonero passerà così nelle mani di Red Bird e si potrà dare il via al calciomercato: sono tante le trattative portate avanti che aspettano solo di essere formalizzate.

Leao-Saelemaekers-Diaz
Leao-Saelemaekers-Diaz (©LaPresse)

Gli obiettivi per rafforzare la squadra campione d’Italia sono chiari e ormai noti a tutti: serve un difensore centrale, individuato in Sven Botman, che possa prendere il posto di Romagnoli; un sostituto di Franck Kessié, che verosimilmente sarà Renato Sanches e migliorare sensibilmente l’attacco, dalla trequarti in su per fare un salto di qualità importante.

Si attende l’arrivo di Divock Origi, che a breve si sottoporrà alle visite mediche prima di firmare il contratto che lo legherà al Milan.

Ma in questi giorni per rafforzare la trequarti si sono fatti soprattutto i nomi di De Ketelaere e Noa Lang. I due giocatori del Club Bruges sono stati come i due elementi giusti per dare qualità, goal e assist.

Non tramontano, però, le idee Asensio, Gabriel Jesus e Domenico Berardi. E’ evidente che i colpi in avanti potrebbero essere più del previsto anche perché in molti potrebbero fare le valigie.

Possibili addii

La situazione di Junior Messias è tutta da decifrare. Il Milan non ha ancora scelto se riscattare il brasiliano dal Crotone o meno. Possibile con uno sconto da parte dei calabresi.

Dovrebbe essere chiaro, invece, il futuro di Samu Castillejo: i rossoneri vogliono cederlo ma tutto dipenderà dalla sua volontà. Ma sulla trequarti, come dicevamo, tante cose possono cambiare, anche perché né Alexis Saelemaekers né Ante Rebic sono incedibili. A confermarlo è Tuttosport.

Dal belga e dal croato, che piacciono in Spagna e in Germania, ci si aspettava molto di più e in caso di offere concrete il Milan potrebbe lasciarli andare. Sarà un’estate calda, dunque, anche sul versante cessioni.