Milan, il primo colpo di RedBird sarà italiano? I dettagli dell’offerta

Pare proprio che il Milan voglia cominciare l’estate con un colpaccio, un elemento importante della Nazionale italiana di Mancini.

C’è grande attesa e curiosità su come agirà il Milan sul mercato estivo. Una squadra già forte, come dimostra la vittoria in campionato, ma bisognosa di 2-3 rinforzi importanti per fare il salto di qualità anche in Europa.

Mancini in Nazionale
Roberto Mancini in Nazionale (©Ansa Foto)

Curiosità ancora maggiore se si pensa che sarà il primo mercato condotto dal fondo RedBird, nuovo proprietario del Milan. Il motto di Gerry Cardinale, fondatore del gruppo, è di non sperperare denaro a caso ma fare investimenti mirati e sicuri. Molto simile ai dettami utilizzati da Elliott Management.

Ma sembra proprio che RedBird voglia presentarsi con un colpo ad effetto. La strategia sembra già chiara: un grande acquisto per far avvicinare la gente rossonera al progetto, poi investimenti più cauti e di prospettiva senza gettare via i soldi come fanno gli sceicchi del PSG o del Manchester City.

Prima offerta Milan rifiutata, ma sono state gettate le basi

Secondo la Gazzetta dello Sport, tale primo colpo sensazionale arriverebbe proprio dal nostro campionato. L’idea è quella di strappare ad una rivale di Serie A un attaccante, che è stato individuato sia dai dirigenti sia da RedBird come un investimento perfetto.

Il nome è quello di Nicolò Zaniolo, talento della Roma che ha da poco deciso la finalissima di Conference League. Il classe ’99 è una suggestione di mercato da tempo, ma sembra che nelle ultime ore il Milan abbia mosso i primi passi concretamente. Zaniolo è al bivio, tra il rinnovo con la Roma ed un trasferimento altrove.

Nicolò Zaniolo (©Ansa Foto)

Il Milan ci prova e fa sul serio. Sul piatto nei giorni scorsi già una prima offerta: 25 milioni di euro più il cartellino di Alexis Saelemaekers, che pare in uscita dalla rosa milanista. La Roma ha accolto tale proposta con freddezza, non convinta soprattutto dalla contropartita. José Mourinho preferisce altri profili.

Ma i segnali non sono del tutto negativi, anzi. Il Milan ha cominciato a tessere le reti di questa trattativa, visto che Zaniolo piace da matti a Paolo Maldini e viene visto dagli investitori di RedBird come un profilo giusto ed entusiasmante. Servirà però alzare la proposta o cambiare il nome della contropartita per convincere i giallorossi.

Zaniolo in prospettiva, nello scacchiere tattico di mister Pioli, sarebbe utilissimo in due vesti. Quella di esterno destro d’attacco nel 4-2-3-1, al posto di Messias o Saelemaekers. O altrimenti da trequartista puro, alle spalle della prima punta, nel ruolo in cui iniziò la sua carriera in Serie A.