Milan, Mbappé e la maglia di Robinho: “Era felice, ma…”

Parla la famiglia che ha cresciuto il fenomeno Kylian Mbappé, il quale da piccolo aveva una certa predilezione per i colori rossoneri.

È forse il calciatore al momento più forte e tecnico del mondo. Ha superato anche la concorrenza di gente come Cristiano Ronaldo e Leo Messi. Stiamo parlando di Kylian Mbappé, il fenomeno del calcio francese che gioca nel PSG.

mbappe
Kylian Mbappé (©LaPresse)

Il velocissimo attaccante transalpino ha da poco rinnovato il contratto con il PSG, tanto da rifiutare la corte serrata del Real Madrid. Un accordo da circa 30 milioni netti a stagione, più un bonus alla firma da 100 milioni. Insomma, cifre faraoniche, quasi irreali per il fortissimo classe ’98.

Ma c’era un tempo in cui un giovanissimo Mbappé giocava da bambino con la maglia del Milan. Non si poteva considerare un tifoso, ma aveva una certa predilezione per i colori rossoneri. Questo grazie alla famiglia italo-francese dei Riccardi, che si occuparono del piccolo Kylian prima del suo trasferimento nell’academy del Monaco.

L’infanzia di Mbappé tra il Milan ed il sogno Real Madrid

Oggi la Gazzetta dello Sport ha fatto una full immersion nell’infanzia di Kylian Mbappé, andando ad intervistare proprio i Riccardi. Famiglia del piccolo comune di Bondy, dove l’attaccante è cresciuto. Passava molto tempo nella dimora con giardino di questi ultimi, vista l’amicizia tra il papà di Kylian e Nicola Riccardi, originario di Manfredonia ma francese d’adozione.

A raccontare del piccolo Mbppé è la signora Beatrice, legatissima al ragazzo: “Ha cominciato a venire qui verso i tre anni. Per noi è come un figlio: non Mbappé che si vede in tv, ma solo il nostro Kylian. Aveva sempre il pallone tra i piedi. Per i suoi compleanni voleva pizza, pasta al burro e calcio. Con quel sorriso conquistava tutti. Con mio figlio Antonio giocavano molto in giardino, anche con i vicini”.

I Riccardi sono molto tifosi del Milan, come raccontato da Nicola: “Una volta gli portammo dall’Italia una maglia di Robinho. Ne fu felice, anche se dai 7 anni diceva che un giorno avrebbe giocato nel Real Madrid”. Mbappé fu dunque legatissimo ai colori rossoneri per la vicinanza con la famiglia italo-francese, ma il Real sembrava essere nel suo destino.

mbappe milan
Il piccolo Mbappé (screenshot Gazzetta)

Chissà cosa riserverà il futuro a Mbappé, visto che il Milan è un importante e felice ricordo della sua bella infanzia calcistica. Di certo l’ultima volta che è stato a San Siro con la Francia ha fatto un tuffo nei ricordi. Come scrive la Gazzetta: “Kylian si è ricordato di Nicola e gli ha inviato una foto scattata dal prato di San Siro. Ogni tanto ancora, il campione del PSG passa a trovare i Riccardi, per un saluto e per ritrovare un po’ di tranquillità nella sua seconda famiglia, italiana e rossonera”.