Milan, ne resta solo uno: l’altro sarà ceduto

Uno dei due esterni offensivi del Milan sembra destinato a partire. Ma dipenderà molto dalla decisione di mister Pioli.

Le scelte e le decisioni del Milan sul mercato estivo dipenderanno da vari fattori. In primis dalle esigenze oggettive, come il reperire un mediano di spessore per rimpiazzare la partenza di Franck Kessie.

Milan esulta
Il Milan esulta contro il Genoa (©LaPresse)

Altri colpi invece saranno dettati dalla volontà di mister Stefano Pioli di migliorare eventualmente un reparto o una posizione. L’esempio più lampante riguarda il ruolo di esterno destro offensivo. Infatti, nonostante lo Scudetto vinto con merito, il Milan in quella zona di campo non ha ancora trovato un titolare affidabile a lungo termine.

Pioli nell’ultimo campionato ha giostrato molto le scelte nel ruolo di ala destra del suo 4-2-3-1 titolare. In vista della prossima annata avrebbe chiesto uno sforzo ai dirigenti, ovvero l’arrivo di un esterno d’attacco di spessore. Ma a questo punto andrà messo alla porta un elemento rilevante per far spazio in rosa al nuovo arrivo.

I due calciatori in bilico sono chiari. Alexis Saelemaekers e Junior Messias, che si sono alternati in stagione come esterni di fascia destra. Pare proprio che il Milan sia pronto a fare una scelta e tagliare uno tra il belga ed il brasiliano.

Messias o Saelemaekers: i pro ed i contro dei due laterali

Come scrive il Corriere dello Sport, rimarrà in rosa soltanto uno tra questi due esterni. L’utilizzo scelto da parte di Pioli non lascia grossi indizi: il tecnico rossonero li ha alternati spesso, soprattutto nel girone di ritorno. Basti pensare che Messias ha ottenuto spazio nella fase centrale della stagione, mentre Saelemaekers è tornato titolare nella volata finale.

messias e saelemaekers
Messias e Saelemaekers (©LaPresse)

Ma chi rischia seriamente il taglio? Dipenderà molto dagli intrecci di mercato, ma la cosa certa è che uno dei due farà le valigie nelle prossime settimane. Messias ha forse più probabilità di salutare per una questione molto semplice: non è ancora un calciatore di proprietà Milan, essendo in prestito dal Crotone fino al 30 giugno prossimo.

Il Milan potrebbe riscattarlo a breve, ma solo con uno sconto rispetto ai 5,4 milioni di euro pattuiti. A quel punto potrebbe restare, vista anche la generosità e la professionalità dimostrate in questa sua prima stagione milanista. Altrimenti verrà ceduto al miglior offerente, con il Monza di Galliani sempre interessato.

C’è chi invece considera Saelemaekers più propenso a partire. Nonostante la giovane età (è un classe ’99) ed i margini di adattamento e miglioramento, il belga non è più considerato un titolare fisso. Bensì un jolly interessante, più per la panchina che per altro. Potrebbe restare, anche per il maggior dinamismo rispetto a Messias, ma in caso di offerta seria da almeno 15-20 milioni dovrebbe chiudere le valigie.