Chi è Renato Sanches, un colpo da Champions: ruolo, caratteristiche e curiosità

Approfondimento sul centrocampista portoghese ad un passo dal Milan. Si è fatto conoscere al mondo intero durante l’Europeo nel 2016

Il Milan è vicinissimo a chiudere il colpo Renato Sanches. Sarà lui il sostituto in mediana di Franck Kessie. Assoluto talento portoghese, nella sua sin qui breve carriera ha avuto alti e bassi. Ora però sembra aver superato il momento critico grazie ad una maturità calcistica raggiunta nel Lille. Proprio quel Lille con cui si sta discutendo anche di Sven Botman.

Renato Sanches
Renato Sanches (©LaPresse)

Maldini e Massara sono vicini all’accordo con il club francese per Sanches, con il giocatore invece non ci sono mai stati problemi. Anzi, nelle ultime settimane vari indizi hanno portato  a pensare che l’affare fosse in chiusura. Non è sfuggito agli occhi dei tifosi più attenti qualche like di troppo del giocatore ad alcuni post che lo davano vicino al Milan.

La trattativa potrebbe chiudersi nei prossimi giorni ed essere ufficializzata nei primi giorni di luglio, quando si aprirà ufficialmente il calciomercato. Restano da limare alcuni dettagli sul prezzo del cartellino di Renato. Il Lille chiede circa 20 milioni di euro, il Milan è convinto di poter chiudere tra 15 e 18. Pur di indossare la maglia rossonera nella prossima stagione, Sanches pare essere disposto anche ad andare incontro al club di via Aldo Rossi in merito all’ingaggio annuale: 3 milioni.

Renato Sanches: dalle origini di Capo Verde ai dubbi sulla sua età

Nato il 18 agosto 1997 a Lisbona, Renato Sanches è a tutti gli effetti portoghesi. Le sue origini però riconducono a paesi esotici. Il papà è di São Tomé e Príncipe, un arcipelago al largo dell’Africa centro occidentale, mentre la madre è di Capo Verde. Suo cugino è Miguel Tavares, anche lui calciatore professionista anche se le qualità tecniche sono evidentemente diverse…

C’è stato un periodo in cui c’erano grossi dubbi sulla reale età di Renato Sanches. Il padre, infatti, non fece registrare immediatamente il certificato di nascita e iniziarono a girare voci che fosse nato addirittura nel 1993. Poi la famiglia riuscì a ritrovare la cartella clinica dell’ospedale Amadora-Sintra e tutto si risolse.

Le caratteristiche tecniche di Renato Sanches. Il suo idolo è una vecchia conoscenza rossonera

Vi ricordate quando, ad inizio carriera, il giovane Clarence Seedorf veniva ricordato oltre che per le qualità anche per il taglio di capelli? Le sue treccine sono rimaste iconiche e, guarda caso, è il look che preferisce anche Renato Sanches. E’ all’olandese che si ispira, è il suo idolo, e molti addetti ai lavori hanno notato la loro somiglianza (in campo, ovviamente).

Sanches è un centrocampista moderno, duttile. Nello schema tattico di Stefano Pioli sarebbe perfetto. Può giocare sia davanti alla difesa nella mediana a due, affiancato da uno tra Tonali (più probabile) e Bennacer. Ma non finisce qui perché, sfruttando le sue grandi doti di inserimento, il tecnico emiliano potrebbe benissimo sfruttarlo anche alle spalle della prima punta nel ruolo di trequartista.

In questo modo ci sarebbe più copertura in fase difensiva, essendo un centrocampista naturale. Ma in fase offensiva la forza fisica e l’imprevedibilità darebbe al Milan una spinta in più. Abbiamo notato nel campionato appena vinto come Pioli abbia ci abbia preso sull’intuizione di mettere Kessie sotto punta. Lo stesso potrebbe fare Sanches.

Nella vita fuori dal terreno di gioco, invece, il portoghese è abbastanza attivo sui social (su Instagram ha più di 3 milioni di follower, niente male). E’ amante delle auto di lusso e gli piace vestirsi alla moda. Infatti, in molte foto indossa tute in edizione limitata, abiti particolari.

L’exploit nel 2016: all’Europeo è la sorpresa del Portogallo campione

Sono ormai diverse stagioni che si parla di Renato Sanches a livello mondiale. Nel 2016, a soli 19 anni, è stata la sorpresa del Portogallo nell’Europeo vinto proprio dalla squadra capitanata da Cristiano Ronaldo. Vinse addirittura il premio di miglior giovane e su di lui piombarono i migliori club del globo.

Alla fine prevalse il Bayern Monaco che lo acquistò per la stratosferica cifra di 80 milioni complessivi dal Benfica. Un investimento importante per un ragazzino. Dopo la cavalcata europea in Nazionale però, Sanches ha avuto difficoltà ad imporsi in Germania e in Champions, forse anche per colpa di questa troppa attenzione mediatica. Nemmeno l’avventura allo Swansea può ritenersi positiva.

Nel Lille si è rimesso in gioco, ha ritrovato continuità e fiducia nei propri mezzi. E’ pronto per il salto di qualità definitivo, è pronto soprattutto a riportare in alto il Milan.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da @renatosanches18