Cardinale ha convinto Maldini: “Era importante farlo”

E’ davvero solo questione di tempo per l’annuncio ufficiale del rinnovo di Paolo Maldini. Le nuove dichiarazioni di Gerry Cardinale non lasciano dubbi

Torna a parlare Gerry Cardinale. Il numero uno di Red Bird, nuovo proprietario del Milan, si era presentato alla stampa, il giorno dell’annuncio del passaggio di proprietà.

Gerry Cardinale
Gerry Cardinale

Nella notte italiana, sono arrivate le dichiarazioni al Financial Times. Si parte subito con Paolo Maldini. Le firme sul contratto non sono arrivate ma l’americano ha rassicurato il Direttore Tecnico.

E’ stata una delle sue prime missioni, quando è sbarcato in Italia. Cardinale ha rassicurato Maldini, convincendolo del progetto, già prima delle firme: “Per me era molto importante farlo – afferma il numero uno del fondo americano – Alla fine abbiamo finito per trascorrere tre ore e mezza insieme… è stato fantastico”

Il Financial Time rivela che è stato Maverick Carter, boss della SpringHill Company, un’azienda di media e intrattenimento che conta RedBird come azionista, ha permettere il primo contatto tra Maldini e Cardinale: “L’ho messo in contatto con Paolo perché sapevo quanto importante e preziosa sarebbe stata quella collaborazione”. Il rinnovo del contratto di Maldini, in scadenza a fine mese, è in testa alla classifica di Cardinale.

Questione stadio

Cardinale definisce il Milan un “gigante addormentato”. Stadio obiettivo numero uno – “Un marchio di queste dimensioni, come il Milan – prosegue Cardinale -, dovrebbe avere un’infrastruttura che sia indicativa della sua abilità calcistica e del suo potenziale globale. Abbiamo fatto molta esperienza con i progetti di stadi negli Stati Uniti. Milano e l’Italia meritano un impianto di livello mondiale che ospita il meglio dello sport e dell’intrattenimento su scala globale”.