Milan e non solo, l’attaccante chiama: “Sono pronto, voglio la Champions”

Uno degli attaccanti accostati al Milan in questi giorni parla del suo futuro, dichiarando di essere pronto al grande salto. Sul giocatore c’è anche la Juventus

Una visita a Casa Milan del suo agente ha scatenato i rumors attorno a lui. Da qualche giorno si è allungata la lista dei calciatori del Sassuolo accostati al club rossonero.

Sassuolo
Sassuolo (©LaPresse)

Non c’è praticamente un elemento dell’attacco neroverde che non sarebbe finito nei pensieri del Diavolo. Sono mesi che si parla di Gianluca Scamacca e Domenico Berardi. Il primo valutato sui 40 milioni di euro, il secondo una trentina.

Poi è stata la volta di Traore, classe 2000, esploso nella seconda parte di stagione. Anche lui ha una valutazione simile a quella degli altri due attaccanti. Simile a quella di Giacomo Raspadori.

Il rappresentato dell’italiano – lo stesso di Gabbia – è stato nella sede del club, facendo parlare di se. Ad oggi non si registrano mosse da parte del Milan, anche se un interesse vien confermato.

Raspadori chiama

Raspadori, intervistato da gazzetta.it, ha parlato del suo futuro dopo la stagione conclusa con il Sassuolo: “E’ stata una stagione positiva, questa è la base per migliorarsi. Noi giovani abbiamo avuto continuità ed è la cosa più importante. Io sono esigente, mi do un sette, quello che ho fatto è molto merito dei compagni e del mister che mi hanno permesso di esprimermi al meglio”.

Nome caldo sul mercato – “Vivrò un’estate di equilibrio. E’ presto adesso, sarà la società con il mio agente a valutare cosa sarà meglio per il mio futuro, io sono tranquillo e felice id quello che sto facendo. Juve? E’ un grande motivo di orgoglio essere accostato a club così importanti, non si può far altro che essere contenti. Il sogno di noi sportivi è di ambire a qualcosa di più grande”.

Erede di Dybala – “Lui è un campione, difficile paragonare un ragazzo come me, giovane, all’inizio della sua carriera, ad uno come Dybala. Posso somigliargli nella capacità di legare il gioco. Penso di essere pronto perché do il 100% ogni giorno e questo mi fa sentire pronto per affrontare un cambiamento. Ogni calciatore mira a giocare la Champions League, spero di poter arrivare un giorno a disputarla”.