Milan, “colpo” in difesa: possibile svolta a sorpresa

Non è ancora definito il futuro di Romagnoli: la Lazio rimane una possibilità, ma non è esclusa una mossa a sorpresa.

Sicuramente Alessio Romagnoli non immaginava che a questo punto dell’anno non avrebbe ancora saputo in quale squadra avrebbe giocato nella prossima stagione. Il suo auspicio era che il futuro venisse definito con una tempistica differente, invece è ancora tutto incerto.

Paolo Maldini
Paolo Maldini (©LaPresse)

Il difensore di Anzio ha un contratto in scadenza a fine giugno con il Milan e la trattativa per il rinnovo non è mai decollata. Paolo Maldini e Frederic Massara hanno avanzato un’offerta, con stipendio dimezzato rispetto all’attuale (circa 5,5 milioni di euro netti), ma l’entourage non l’ha accettata e ha valutato altre opportunità.

La Lazio rimane la candidata numero 1 per il futuro del giocatore, tifoso laziale fin da bambino, però non c’è ancora accordo tra le parti. Le negoziazioni vanno avanti da tempo senza giungere alla fumata bianca. Il problema è l’ingaggio, sussiste della distanza tra domanda e offerta.

Milan, Romagnoli tra rinnovo e addio: le ultime news

Romagnoli pretende uno stipendio da almeno 3 milioni di euro più bonus, mentre la Lazio ha proposto una cifra inferiore. C’è una situazione di stallo al momento, anche perché il club biancoceleste vorrebbe vendere Francesco Acerbi per liberare spazio nel monte ingaggi all’ex centrale della Roma. Nel frattempo c’è stato pure un sondaggio del Monza, neo-promosso in Serie A e dove lavora colui che lo ha portato a Milano: Adriano Galliani (su suggerimento di Sinisa Mihajlovic). Alessio ha preso tempo.

Alessio Romagnoli
Alessio Romagnoli (©Ansa Foto)

Il giornalista sportivo Nicolò Schira sul suo profilo ufficiale Twitter ha detto che, vista la situazione, non è ancora completamente da escludere il rinnovo di Romagnoli con il Milan. Se saltasse l’ingaggio di Sven Botman dal Lille, questa ipotesi avrebbe delle chance di concretizzarsi. Lui rimarrebbe volentieri in maglia rossonera.

Il difensore laziale è apprezzato nell’ambiente, non ha mai detto una parola fuori posto e si è sempre comportato in maniera professionale. Anche se finora non è arrivato l’accordo per il prolungamento del contratto, i rapporti tra le parti sono buoni. Se il Milan decidesse di migliorare leggermente la propria proposta se l’entourage del calciatore abbassasse un po’ la pretesa economica, un’intesa potrebbe essere raggiunta.