Donnarumma ha la memoria corta: il web gli ricorda i suoi errori

Si sta tanto discutendo delle dichiarazioni arroganti di Donnarumma nel post gara di Germania-Italia, dopo l’ennesimo errore con i piedi

Presuntuoso e arrogante. Gianluigi Donnarumma mostra il peggio di se, dentro e fuori dal campo, in una serata, che gli italiani faticheranno a dimenticare.

Donnarumma
Donnarumma (©LaPresse)

L’estremo difensore azzurro, con la fascia di capitano al braccio, si è reso protagonista con delle belle parate ma anche con errori decisivi. Si fa passare la palla tra le gambe nel primo goal della Germania. Magari qui, qualcuno, potrà pensarla diversamente ma l’errore, netto ed evidente, in cui sbaglia in impostazione, mette tutti d’accordo.

L’ennesimo passaggio errato nella sua carriera, che spinge la giornalista Tiziana Alla a sottolineare questo aspetto. La risposta, arrogante e presuntuosa di Donnarumma, ha chiaramente fatto scatenare i social.

Anche la stessa collega ha voluto scrivere su Twitter, lo ha fatto rispondendo a Sandro Piccinini, che ha affermato “Donnarumma si dimostra incapace di comprendere i propri errori, un limite non da poco per un giocatore del suo livello. Complimenti a Tiziana Alla, non molti colleghi avrebbero fatto quella domanda”.

“Grazie Sandro – risponde Alla -, detto da te vale tanto per me. Sai bene quanto sia complicato gestire quei momenti. Non ho mai cercato le polemiche fine a se stesse. So soltanto che facendo questo lavoro, le domande bisogna farle”.

Immancabile, il tweet statistico di Beppe Pastore, che ricorda ad uno smemorato Gianluigi Donnarumma, che quello contro la Germania non è stato certo il primo errore in disimpegno: “E’ capitato contro la Svizzera (91′), l’Irlanda del Nord (90′), l’Inghilterra (5′)“.

Memoria corta

L’errore contro il Real Madrid è stato, dunque, catalogato, da Donnarumma, come fallo. Come ci ricorda il collega Pastore, i disimpegni errati ci sono stati in Nazionale, e pure di recente.

Ma i tifosi del Milan si ricordano benissimi anche quelli commessi in maglia rossonera, che non sono certo pochi.

E’ bastato davvero poco tempo per creare un video, che raccoglie alcuni errori in impostazione di Donnarumma. Ci ha pensato Marco Filippetti su Twitter.

Ricordiamo così un rilancio svirgolato da Donnarumma in uno dei suoi primi derby, si passa poi all’autogol di Paletta, in un Pescara-Milan, in cui il portiere non riesce a controllare la palla, che inesorabilmente si insacca dentro la rete.

Il 30 marzo 2019 altro disimpegno sbagliato e pallone consegnato a Defrel, che così decide Sampdoria-Milan.

Negare che ci sia un problema nel sapere giocare con i piedi di certo non aiuterà Donnarumma. Un anno al Psg, sotto la Torre Eiffel ha consegnato all’Italia un portiere peggiorato, davvero in tutto. Potenzialmente il classe 1999 può essere uno dei migliori al mondo. Ma lasciare il Milan non lo ha aiutato ed è tempo di rimboccarsi le maniche per tornare ad alti livelli ma indietro, ormai, non si può più tornare.