Zaniolo: “L’interesse delle big fa piacere. Ibrahimovic? Ho coronato un sogno”

Le parole di Nicolò Zaniolo, uno degli obiettivi di mercato del Milan. Il talento della Roma non ha escluso la sua partenza.

Un futuro tutto ancora da scoprire e svelare. Nicolò Zaniolo è uno dei possibili ‘crack’ del mercato estivo 2022, visto che il talento è purissimo, mentre la sua permanenza a Roma ancora tutta da decifrare.

zaniolo
Nicolò Zaniolo (©Ansa Foto)

Il classe ’99, dopo quasi due anni ai box per un terribile doppio infortunio ai legamenti crociati delle ginocchia, è tornato gradualmente ad essere decisivo. Suo il gol vittoria in finale di Conference League. Ed ora il nome di Zaniolo fa parlare in chiave calciomercato.

Il Milan e la Juventus sono sempre vigili sul talento di Massa Carrara. Servirà ancora del tempo per capire se l’attaccante potrà fare le valigie dalla capitale oppure rinnovare con la Roma e decidere di restare a vita in giallorosso.

Zaniolo ed il complimenti al Milan: “Contento per il loro Scudetto”

Oggi la Gazzetta dello Sport ha intervistato Zaniolo in esclusiva. Una chiacchierata sulla stagione che è passata, ma anche sul suo futuro sempre più intricato. Eppure qualche segnale il giallorosso lo ha mandato.

L’interesse delle grandi squadre mi fa piacere: se pensano a te vuol dire che vali. E questo no, non mi distrae né mi fa montare la testa. Piuttosto mi alleno ancora più motivato: voglio dimostrare che sia giusto essere accostato a questi top club”. E lui non andrebbe via a cuor leggero: “Se dovesse succedere, mi mancherebbero tante persone, non solo Abraham”.

Il talento della Roma non riesce ad escludere dunque una partenza estiva. Milan, Juventus e Newcastle sono al momento i tre club sulle sue tracce. Ma pare proprio che Zaniolo abbia una certa predilezione per i colori rossoneri.

Ibrahimovic è il mio idolo. Tra gli obiettivi raggiunti in questa stagione c’è la nostra partita insieme, che hanno vinto loro 3-1, ma che per me è stata comunque bellissima. Io ho coronato un sogno. Non ho avuto il coraggio di avvicinarmi, mi sono vergognato… Ma l’ho studiato da lontano: per l’approccio alla partita, per come si muove da leader carismatico, Ibra è un fenomeno. E sono contento che abbia vinto lo scudetto, lui ha riportato in alto il Milan e se lo meritava. È l’ultimo? Se lui ha ancora voglia…”

Zaniolo parla di Ibra e del Milan quasi da tifoso. Parole che non significano nulla ad oggi, ma che magari in futuro potranno essere propedeutiche per la scelta di una futura squadra. Sempre che Maldini accontenti le richieste esose della Roma.