Milan, non solo 4-2-3-1: Pioli studia due moduli alternativi

Pioli ha già in testa alcune possibili variazioni tattiche della sua squadra: vuole avere un piano B e anche un piano C durante la stagione.

La vittoria dello Scudetto non ha affatto adagiato sugli allori il Milan, che nella prossima stagione vuole tornare ancora più forte. L’obiettivo sarà quello di confermarsi al top in Italia e di essere protagonisti anche in Champions League.

Stefano Pioli
Stefano Pioli (©LaPresse)

Chiaramente è importante il calciomercato, perché la squadra ha bisogno di alcuni rinforzi che la completino e migliorino. I ruoli nei quali è necessario intervenire sono ormai noti e la dirigenza lavorerà per acquistare innesti in grado di aumentare la qualità dell’organico.

Stefano Pioli, dopo i festeggiamenti per il tricolore conquistato, si è goduto un po’ di meritata vacanza ma sta anche pensando a cosa cambiare nella sua formazione. Il raduno a Milanello non è lontanissimo (4 luglio) e il mister ci arriverà con alcune nuove proposte dal punto di vista tattico.

Milan, Pioli prepara altre soluzioni tattiche

Il Milan sul calciomercato sta cercando giocatori versatili, capaci di interpretare più ruoli e di consentire di giocare anche in maniera differente. Pioli si è spesso appoggiato al 4-2-3-1 come modulo di base, però nella prossima stagione potremmo vedere qualcosa di nuovo.

Renato Sanches
Renato Sanches, probabile rinforzo del centrocampo del Milan (©LaPresse)

La Gazzetta dello Sport oggi evidenzia che una prima alternativa tattica è il 4-3-3. Questo dovrebbe essere il piano B dell’allenatore rossonero, che ha i giocatori per attuarlo e ne avrà anche di nuovi. Rientreranno dai prestiti Yacine Adli e Tommaso Pobega, inoltre è probabile l’ingaggio di Renato Sanches dal Lille. Inoltre, la società sta considerando talenti come Noa Lang e Charles De Ketelaere del Club Bruges. Tutta gente duttile tatticamente, oltre che di qualità.

Un’altra idea alla quale Pioli può pensare è la difesa a tre. In realtà non sarebbe una novità assoluta, visto che abbiamo visto più volte il Milan impostare con tre dietro e Theo Hernandez avanzato sulla corsia di sinistra. Ma il mister può lavorare su questo modulo in modo differente per la nuova stagione.

A Pioli piace studiare e cambiare delle cose, pur mantenendo la stessa filosofia di calcio. Sa che gli avversari hanno studiato la sua squadra e che è necessario diventare più imprevedibili, apportando anche delle novità tattiche. Chiaramente importanti saranno i rinforzi dal calciomercato, il tecnico spera di essere accontentato dalla dirigenza.