Firma Maldini: “Nessuna preoccupazione per le tempistiche”

Arrivano le parole del noto giornalista, Franco Ordine, in merito alla vicenda societaria. Le firme di Paolo Maldini e Frederic Massara non sono ancora arrivate

Non sono ancora arrivate le firme di Paolo Maldini e Frederic Massara. I contratti dei due dirigenti scadranno il prossimo 3o giugno ma non sembra essere alcuna preoccupazione in quel di Casa Milan.

Maldini e Massara
Maldini e Massara (©LaPresse)

Franco Ordine, intervenuto a Tutti Convocati, ha fatto il punto della situazione sulla vicenda: “Loro non hanno alcuna preoccupazione per le tempistiche – afferma il noto giornalista -. Fanno finta che non ci sia il calendario in questi giorni. Credo che questo periodo verrà ricordato come il più grande autogol della storia dal punto di vista della comunicazione.

Se qualcuno leggesse adesso i giornali senza sapere quello che è successo, penserebbe che il Milan sia arrivato ottavo e che l’Inter abbia vinto la seconda stella”.

Tifosi confusi –  “Non sono arrabbiati ma smarriti – prosegue Ordine – Si fa fatica a trovare una ratio per un comportamento del genere. In questa vicenda non ci sono santi o diavoli. Ognuno ha la sua quota di responsabilità. Quella di Maldini? Dal mio punto di vista, è quella di aver avvelenato l’acqua del pozzo con quell’intervista a La Gazzetta dello Sport. Pensavo che una cosa così importante, potesse essere oggetto di discussione in privato”.

Ancora nessuna firma – “Cardinale è quello che, secondo il mio punto di vista, si è comportato secondo criteri giusti. La spiegazione sul ritardo derivante dal cambio di proprietà è in parte giusta. C’è stato un errore di valutazione, forse non conoscendo il carattere di Maldini. Dopo il colloquio e l’intervista era convinto che questo avrebbe avuto il senso di una conferma indiretta e invece, evidentemente, così non è stato”.