Milan a RedBird, azione legale contro Elliott: cosa sta succedendo

Blue Skye ribadisce la propria posizione di contrarietà rispetto a come Elliott ha gestito la cessione del Milan a RedBird. 

Entro settembre il club rossonero avrà un nuovo azionista di maggioranza, ovvero RedBird Capital Partners. Saltata la trattativa con Investcorp, Elliott Advisors UK Limited ha trovato un accordo soddisfacente con la società americana guidata da Gerry Cardinale.

Gordon Singer Paul Elliott
Paul Singer e Gordon Singer del fondo Elliott (©Ansa Foto)

L’hedge fund fondato da Paul Singer dovrebbe rimanere come socio di minoranza, prestando anche dei soldi alla nuova proprietà. Nulla di sconvolgente, visto che la pratica del vendor loan non è affatto inusuale nel mondo degli affari. Nelle prossime settimane si capiranno meglio alcuni dettagli sia di questo prestito sia di altri aspetti dell’operazione.

È stato firmato il signing e adesso si attende il closing. Cardinale ha già spiegato di avere grandi progetti per il Milan e i tifosi sperano che con la nuova proprietà si possano sognare grandi traguardi. Il recente Scudetto non deve rimanere un caso isolato.

Milan da Elliott a RedBird: Blue Skye all’attacco

Ad essersi messa di traverso per l’affare Elliott-RedBird è Blue Skye Financial Partners, che detiene il 4,27% di Project RedBlack, la società che possiede il 100% di Rossoneri Sport Investment sarl, che a sua volta ha il 99,93% dell’AC Milan.

L’agenzia Bloomberg riporta che Blue Skye ha affermato che Elliott si è impegnato a vendere il club a porte chiuse, violando i suoi diritti di socio minoritario. Adesso è al lavoro per portare avanti un’azione legale in Lussemburgo al fine di annullare la vendita o ottenere un risarcimento danni. Vuole dimostrare che Elliott “ha agito con malizia o inganno” rilasciando informazioni riservate senza approvazione e senza rispettare la procedura corretta.

Da Elliott trapela tranquillità e non sembra che l’operazione con RedBird possa saltare. Vedremo nelle prossime settimane come finirà questa vicenda.

Impostazioni privacy