Dida lascia il Milan: i motivi dell’addio

A sorpresa l’ex portiere non resterà al Milan nonostante l’ottimo lavoro compiuto negli ultimi anni all’interno dello staff tecnico.

La stagione e la programmazione del nuovo Milan può cominciare. Soprattutto dopo la notizia giunta ieri da Casa Milan, con i rinnovi ormai siglati da Paolo Maldini e Ricky Massara che sanciscono la fine di una vera e propria telenovela.

dida
Nelson Dida (©LaPresse)

I due dirigenti daranno il via alla costruzione della squadra rossonera per la stagione 2022-2023. Ma nel frattempo pare proprio che un altro pezzo grosso di Milanello, molto amato dai tifosi, abbia deciso di fare le valigie e mettersi da parte.

Si tratta dell’ex storico portiere Nelson Dida. Il brasiliano negli ultimi anni era tornato in rossonero, facendo parte dello staff tecnico di Stefano Pioli con il ruolo di preparatore dei portieri. Tra l’altro anche con risultati eccellenti. Egli ha infatti deciso di non rinnovare il contratto perché la sua intenzione è quella di tornare in patria, ovvero in Brasile.

Una decisione quindi totalmente autonoma, dettata da motivi personali ma allo stesso tempo, come riferisce il Corriere della Sera, dalla voglia di diventare primo allenatore. In Brasile infatti Dida avrebbe alcune chance per intraprendere questo tipo di carriera, dal momento che è in possesso del patentino Uefa A.

L’addio di Dida a sorpresa: già scelto il suo sostituto

Questo patentino gli permette di guidare squadre di alto livello e quindi il suo desiderio ora sarebbe di partire proprio dal suo Paese per provare a sedersi sulla panchina di un club importante e dimostrare le sue capacità.  Un gran peccato, visto che nell’ultima stagione Dida aveva creato un gran feeling con Mike Maignan, portiere titolare rossonero. Non a caso il francese, alla sua prima stagione in Serie A, è stato eletto a ragione miglior estremo difensore del campionato. Anche grazie al lavoro sul campo con il brasiliano.

Ecco quindi che per la ripresa degli allenamenti a Milanello il 4 luglio, cambierà qualcosa nello staff di Stefano Pioli. Verranno confermati Gigi Ragno e Emiliano Betti, mentre al posto di Dida arriverà Flavio Roma.

flavio roma
Flavio Roma (©LaPresse)

Roma è stato un estremo difensore italiano, classe 1974 che ha militato in diversi club italiani ed esteri. Cresciuto nella Lazio, ha indossato poi le maglie di Foggia, Chievo, Piacenza e Monaco prima di approdare al Milan nella stagione 2009-2010, nel ruolo di terzo portiere. In rossonero è rimasto sino al 2012 (vincendo dunque anche il 18° Scudetto del Milan) ma collezionando una sola presenza ufficiale: il 22 maggio 2011 durante la partita Udinese-Milan, subentrando ad Amelia.

Ora Roma tornerà in rossonero come allenatore dei portieri, sperando abbia un effetto positivo ed immediato su Maignan, Tatarusanu e Plizzari.