Milan, Maldini ora tenta l’affondo: è il regalo per Pioli

Dopo l’accordo per il rinnovo, Paolo Maldini si potrà concentrare sul grande colpo da regalare a Stefano Pioli ed al suo Milan.

Finalmente la telenovela sul rinnovo di contratto è terminata ieri sera, ad un passo dal gong conclusivo. Paolo Maldini ed il suo braccio destro Ricky Massara hanno firmato il prolungamento con il Milan.

Pioli e Maldini
Stefano Pioli e Paolo Maldini (©LaPresse)

Ciò significa che il Milan proseguirà il progetto tecnico-sportivo avviato dai due dirigenti operativi. Ma soprattutto che potrà finalmente adoperarsi sul mercato estivo, seppur con qualche settimana di ritardo rispetto ai programmi.

Maldini ieri sera, dopo la tanto attesa fumata bianca, ha ammesso che il Milan recupererà presto terreno nell’ambito delle trattative e delle operazioni in entrata ed in uscita. Oggi la Gazzetta dello Sport è sicura sull’affondo che il direttore dell’area tecnica tenterà a breve.

Strategie chiare: il Milan punta un grande fantasista

Il tempo perso per l’incertezza sul futuro societario e dirigenziale ha messo in difficoltà i rossoneri sul mercato. I quali hanno perduto definitivamente Sven Botman e rischiano lo stesso per Renato Sanches. Ma come detto il grande colpo sarà in avanti: urge l’arrivo di un trequartista voluto fortemente da Stefano Pioli.

Il nome che, secondo la ‘rosea’, dovrebbe infiammare il mercato rossonero è quello di Paulo Dybala. Gli ultimi aggiornamenti parlano di insoddisfazione dell’argentino, che al 1 luglio non ha ancora una squadra. L’Inter, in pole per acquistarlo, ha messo tutto nel congelatore, in attesa di vendere qualche pezzo grosso.

dybala
Paulo Dybala (©LaPresse)

Ecco dunque che nei prossimi giorni Maldini proverà a fare un tentativo concreto per Dybala, contattando l’agente Antun e valutando il colpaccio. Uno scippo ai rivali cittadini che accontenterebbe la piazza. Ma a determinate condizioni: Dybala dovrà accontentarsi di uno stipendio inferiore rispetto ai 6 milioni netti offerti dall’Inter.

Le alternative dall’estero

Non mancano però alternative di lusso sul taccuino del Milan, ma tutte con delle criticità particolari. Occhi sul mercato estero, visto che entro i prossimi giorni i club italiani potranno ancora beneficiare del Decreto Crescita e dunque di sgravi fiscali per gli innesti fuori dai nostri confini.

Marcos Asensio, in uscita dal Real Madrid, è un’opzione possibile ma spaventa la folta concorrenza inglese. Julian Draxler del PSG è un altro esubero di lusso dai costi elevati. Resta in piedi anche la pista Charles de Ketelaere, ma il Milan punta a far abbassare le pretese da 35-40 milioni del Bruges.

Sullo sfondo forse il preferito della dirigenza: Hakim Ziyech, esterno del Chelsea che avrebbe anche aperto uno spiraglio al Milan. Ma il Chelsea è un osso duro e non cederà facilmente e con cifre contenute il talento marocchino.