Kessie al Barcellona: tutti i trasferimenti tra Milan e blaugrana, quanti fuoriclasse

Franck Kessie è ufficialmente un nuovo calciatore del Barcellona. Sebbene sia avvenuto a parametro zero, quello dell’ivoriano si inserisce in una lista corposa di trasferimenti sull’asse Milan-Barça

E’ stato finalmente ufficializzato il trasferimento di Franck Kessie al Barcellona. Con un post sui social, il club catalano ha comunicato l’arrivo del centrocampista ivoriano, campione d’Italia con il Milan, con un contratto fino al 2026, nel quale, peraltro, pare sia sta inserita una clausola rescissoria monstre di 500 milioni.

Patrick Kluivert
Patrick Kluivert (Ansa Foto)

Il passaggio di Kessie al Barcellona non può considerarsi a tutti gli effetti un trasferimento dal Milan, considerato che il calciatore si è svincolato a parametro zero a fine stagione, senza rinnovo del contratto in scadenza il prossimo 30 giugno. L’occasione però è utile per un excursus sui precedenti affari di mercato che hanno coinvolto i due club – in entrambe le direzioni – con il coinvolgimento, a volte, di importanti top player.

Da Reizeger a Coco

I primi affari di mercato tra Milan e Barcellona si concretizzano nell’estate del 1997 quando, dopo la fallimentare stagione rossonera con la staffetta Tabarez-Sacchi in panchina, Michael Reizeger e Cristophe Dugarry lasciano il Milan per trasferirsi in Catalogna. Allenatore del Barça all’epoca era Louis Van Gaal con il quale i blaugrana vincono due campionati nelle stagioni 97-98 e 98-99.

In quest’ultima, arrivarono al Barcellona dal Milan altri due nuovi acquisti ovvero Patrick Kluivert e Winston Bogarde. L’attaccante olandese lascia i rossoneri dopo una sola stagione conclusa con 6 gol in 27 partite. Il Milan, in attesa dell’approdo di Shevchenko, già opzionato dalla Dinamo Kiev, lo sostituisce con Bierhoff, voluto fortemente dal nuovo allenatore Zaccheroni con il quale aveva condiviso l’esperienza all’Udinese. Kluivert resterà al Barcellona fino al 2004, vincendo solo un campionato.

Aveva segnato un gran gol di testa al Barcellona al Camp Nou, Francesco Coco, nell’edizione di Champions 1999-2000. Nell’agosto 2001, l’esterno rossonero viene acquistato in prestito proprio dai catalani. Una sola stagione per lui in Spagna prima del ritorno al Milan per il mancato riscatto. I rossoneri lo scambieranno poi, nella sessione di mercato estiva 2002, con l’Inter con Seedorf in rossonero e il resto della storia lo sapete tutti.

Tre grandi fuoriclasse al Milan

dinho
Ronaldinho al Milan (©LaPresse)

Furono giorni intensissimi quelli dell’estate post Mondiale 2002. Il miglior giocatore della Coppa del Mondo disputata in Giappone e Corea del Sud approda al Milan dal Barcellona. Grazie a uno dei suoi soliti blitz in terra iberica, Galliani riesce ad acquistare Rivaldo.Un colpo di mercato sensazionale che, purtroppo, non sarà ripagato sul campo. Discontinua e con pochi momenti da ricordare, l’unica stagione del brasiliano in rossonero nella quale comunque riuscirà a vincere Champions League e Coppa Italia.

Estate 2008. Una folla di tifosi festanti accoglie a Milanello, Ronaldinho, acquistato dal Barcellona su input del presidente Berlusconi che mai ha nascosto la sua stima calcistica nei confronti dell’ex Pallone d’Oro. Dinho resterà al Milan fino al gennaio 2011, totalizzando 76 e 26 gol, alcuni dei quali davvero pregevoli come l’incornata di testa nel Derby vinto 1-0 contro l’Inter di Mourinho. Nessun trofeo per Ronaldinho che ha lasciato comunque un grande ricordo nei tifosi rossoneri.

Sempre nel 2008, il Milan riporta in Serie A dal Barcellona, Gianluca Zambrotta. Il terzino sinitro, campione del Mondo nel 2006, vincerà l’ultimo Scudetto della storia rossonera nella stagione 2010-11, quella in cui i rossoneri piazzano l’ultimo grande colpo di mercato dai blaugrana, Zlatan Ibrahimovic. Lo svedese vince subito lo Scudetto con il Milan allenato da Allegri e lascia i rossoneri dopo la seconda stagione per passare al PSG. Un epilogo amaro per Ibra, sconfitto con un Milan nettamente più forte, dalla prima Juve di Conte in una volata Scudetto vinta dai bianconeri alla penultima giornata. Nel 2020, il ritorno di Zlatan in rossonero. Su come è andato a finire, lo sapete tutti.