ML – Castillejo ceduto al Valencia: i dettagli dell’operazione

L’esterno spagnolo non farà più parte del club rossonero: ha già salutato i suoi ex compagni e andrà al Valencia

Pochi minuti fa Gianluca di Marzio ha dato l’importante notizia dell’addio di Samu Castillejo al Milan, per trasferirsi al Valencia alla corte del suo ex allenatore Gennaro Gattuso.

Samu Castillejo
Samu Castillejo (©LaPresse)

Lo spagnolo non era più nel progetto rossonero ormai da diverso tempo e Maldini e Massara avevano provato a cederlo già nelle ultime sessioni di mercato. A gennaio il classe ’95 era stato ad un passo dal club russo del Cska Mosca, ma alla fine la trattativa non si è concretizzata. Castillejo ha sempre avuto però il desiderio di tornare a giocare nel proprio paese, dove è esploso con la maglio del Villareal, e dove effettivamente tornerà.

La notizia riportata da Di Marzio riguarda infatti il suo passaggio a titolo definitivo al Valencia, e quindi in Liga. Il ragazzo ha già salutato i suoi ormai ex compagni e lascerà la città in giornata. Castillejo era arrivato a Milano nel 2018 e con la maglia del Diavolo ha disputato 4 stagioni, collezionando 113 presenze complessive e 10 gol.

Castillejo ceduto a titolo definitivo al Valencia

Secondo quanto appreso dalla nostra redazione non si tratterebbe di rescissione del contratto, come segnalato da alcune fonti, ma di una vera e propria cessione. Il calciatore passa quindi al Valencia, firmerà un contratto di tre anni e può fruttare qualcosa nelle casse dei rossoneri. Le cifre dell’operazione non sono ancora note ma sicuramente il Diavolo risparmia già i 2,7 milioni lordi del suo ingaggio.

Per questo motivo si tratta di un’uscita senz’altro positiva per le casse della società di via Aldi Rossi, che si sta muovendo bene sul fronte cessioni in questi ultimi giorni. Qualche giorno fa è stato ufficializzato il passaggio del difensore brasiliano Leo Duarte ai turchi dell’Istanbul Basaksehir, e a breve verrà definito anche quello di Mattia Caldara allo Spezia. Tutte cessioni dalle quali Maldini e Massara potranno risparmiare qualcosa, da poter magari reinvestire sul mercato in entrata.