Calciomercato Milan, colpo in difesa: doppia opzione

La società rossonera valuta principalmente due profili per completare il pacchetto arretrato: i dettagli

Per diversi mesi in tanti avrebbero scommesso che il nuovo acquisto per la difesa del Milan sarebbe stato Sven Botman. Il Milan aveva portato l’affondo per il centrale olandese del Lille già lo scorso gennaio, dimostrando grandi intenzioni per lui.

Tottenham-Chelsea
Tottenham-Chelsea (©LaPresse)

Dopo mesi di corteggiamento e dopo essersi accordati con il ragazzo, la società rossonera non è però riuscita a chiudere con il Lille per il prezzo del cartellino del 22 enne, e ad approfittarne è stato il Newcastle. Gli inglesi, forti di una grande solidità economica con la nuova proprietà araba, ha chiuso l’affare a circa 40 milioni più bonus, sconvolgendo i piani di Maldini e Massara.

Il Milan, che nel frattempo ha salutato anche Alessio Romagnoli in quel ruolo, che ha aspettato la scadenza del contratto e si è accordato con la Lazio, ora sta valutando nuovi profili per centrare il colpo giusto e completare il pacchetto arretrato. Stefano Pioli può già contare comunque su tre elementi di sicuro affidamento come Tomori, Kalulu e il rientrante Kjaer, con il danese che in queste prime amichevoli estive darà subito importanti indicazioni sul suo recupero.

Diallo e Tanganga le due opzioni principali: i dettagli

Serve quindi il quarto centrale per completare il roster dei centrali e il nome di Abdou Diallo stuzzica molto la società rossonera. Il difensore 26enne è seguito da tanto tempo e anche a gennaio il Diavolo aveva fatto un tentativo per lui, prima di decidere di lasciare tutto fermo e di non intervenire sul mercato in quel momento. Maldini ha sempre provato a chiedere un prestito al Psg ma dalla capitale francese non sono mai arrivati segnali di apertura in questo senso.

L’ex Borussia Dortmund, campione d’Africa lo scorso inverno con il Senegal, non rientra nei piani della squadra del nuovo tecnico Galtier ed è stato messo ufficialmente sul mercato. Nonostante ciò però il ds dei parigini, Luis Campos, non fa sconti e chiede ben 20 milioni di euro per lasciarlo partite. A quelle cifre il Milan non si farà avanti, ma comunque continua ad aspettare e spera che più in là possa arrivare un’apertura.

L’altro profilo seguito con grande attenzione è quello di Japhet Tanganga, difensore classe ’99 del Tottenham, che qualche anno fa aveva stregato anche José Mourinho. Quella dell’inglese sembra una pista più facile per i rossoneri, perché non trova spazio col suo club e gli Spurs hanno aperto al prestito con diritto di riscatto. L’unico ostacolo sembra la concorrenza, con due club inglesi su di lui: Everton e Bornemouth. Quest’ultimo sembra però sia già stato rifiutato da Tanganga.