Milan, non solo Nasti: altre due cessioni in Serie B

Non solo Nasti, altri due giovani rossoneri possono finire presto in Serie B: una squadra vuole entrambi in questa sessione di calciomercato.

Il Milan deve piazzare alcuni giovani che ha sotto contratto, individuando le giuste destinazioni per farli giocare con un po’ di continuità. L’ultimo ad essere partito è Marco Nasti, trasferitosi al Cosenza.

Maldini Massara
Paolo Maldini e Frederic Massara (©LaPresse)

Per l’ex attaccante della Primavera rossonera una grande occasione. La Serie B non è un campionato semplice, dovrà lavorare sodo e imparare in fretta per dimostrarsi all’altezza. Il livello è molto diverso rispetto a quello al quale era abituato.

Ma Nasti non è l’unico giovane del Milan che è destinato a trasferirsi in Serie B in questa finestra estiva del calciomercato. Anche Alessandro Plizzari e Marco Brescianini possono intraprendere al medesima direzione.

Calciomercato Milan, Plizzari e Brescianini richiesti in Serie B

Il portiere classe 2000 ha un contratto in scadenza a giugno 2023 e, secondo le ultime indiscrezioni, non avrebbe intenzione di rinnovare. Preferirebbe trasferirsi a titolo definitivo in una squadra che gli possa dare continuità di impiego, evitando di continuare ad andare in prestito senza prospettive.

Il centrocampista 22enne è reduce da una stagione in prestito al Monza, dove ha collezionato solo 6 presenze. Cerca una nuova sistemazione in Serie B per giocare con costanza.

Secondo quanto rivelato da Tuttosport, sia Plizzari che Brescianini sono nel mirino della Reggina. Il club calabrese ha appena ufficializzato l’ingaggio di Filippo Inzaghi come nuovo allenatore e ha chiesto informazioni sui due rossoneri.

L’estremo difensore ha già giocato nella Reggina nella stagione 2020/2021, ma collezionò solo 10 presenze. Vedremo se il suo futuro sarà ancora in Calabria e se con lui ci sarà anche l’attuale compagno di squadra. Pippo Inzaghi sarebbe felice di accogliere entrambi nei prossimi giorni.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da MilanLive.it (@milanliveit)