Castillejo, il Valencia non può registrarlo: c’è un motivo

Dalla Spagna giunge una notizia riguardante il trasferimento di Castillejo al Valencia: la registrazione è bloccata, c’è un motivo.

Tra le cessioni fatte dal Milan in questa sessione estiva del calciomercato c’è quella di Samuel Castillejo al Valencia. Il giocatore era fuori dal progetto tecnico di Stefano Pioli ed è stato fortemente voluto da Gennaro Gattuso, nuovo allenatore della squadra spagnola.

Samu Castillejo
Samu Castillejo, passato dal Milan al Valencia (©Ansa Foto)

Si tratta di un’operazione a titolo definitivo, ma nell’immediato il club rossonero non dovrebbe incassare soldi. Sono comunque previsti dei bonus legati a al verificarsi di specifiche condizioni che possono permettere al Diavolo di ricavare qualcosa dal trasferimento dell’esterno offensivo andaluso.

Già nelle scorse due finestre del calciomercato c’era la volontà di Paolo Maldini e Frederic massara di cederlo, ma le trattative avviate non sono sfociate in accordi. E l’ex Villarreal ha anche rifiutato qualche destinazione, ad esempio la Sampdoria nel gennaio scorso.

Calciomercato Milan, Castillejo al Valencia: registrazione bloccata

A 24 giorni dall’esordio del Valencia nella Liga 2022/2023, in programma contro il Girona allo stadio Mestalla, Castillejo non è stato ancora inserito nella lista per giocare in campionato. A rivelarlo è AS. Il club spagnolo ha un problema grosso con le regole del Fair Play Finanziario e non può ancora registrare il nuovo acquisto, l’unico fatto finora.

Il Valencia ha tre strade per poter inserire Castillejo in lista:

  • iniezione di nuovi capitali da parte del proprietario Peter Lim, ipotesi al momento nel cassetto;
  • modifica da parte della Liga dei requisiti legati al Fair Play Finanziario, visto che altre squadre sono in una situazione simile, ma tale opzione sembra difficilmente realizzabile;
  • riduzione dei costi della rosa.

La soluzione più percorribile è che il Valencia effettui delle cessioni. Ci sono alcuni giocatori con contratti in scadenza a giugno 2023 e, senza rinnovo, sarebbe ideale venderli. Gattuso spera che non parta qualcuna delle stelle della squadra come Gaya, Soler e Guedes. Vorrebbe giocarsi l’accesso all’Europa e auspica di non avere brutte perdite in questa sessione estiva del calciomercato. Il club, però, deve fare qualcosa per migliorare la propria situazione finanziaria al più presto.