Milan, colpo in difesa: si è promesso a Maldini

Un difensore ha detto sì al trasferimento nel club rossonero e attende che la trattativa decolli: serve l’accordo totale sul suo trasferimento.

Il Milan è impegnato soprattutto nell’operazione riguardante Charles De Ketelaere, ma non trascura altri obiettivi di calciomercato. La dirigenza punta a prendere un nuovo difensore centrale e Stefano Pioli spera di averlo quanto prima.

Paolo Maldini
Paolo Maldini (©LaPresse)

Partito Alessio Romagnoli in direzione Lazio, alla squadra manca un giocatore in quel ruolo. Al momento nel reparto ci sono Fikayo Tomori, Pierre Kalulu, Simon Kjaer e Matteo Gabbia. Serve un innesto per completare il reparto ed essere al sicuro numericamente, considerando pure che Kjaer rientra da un grave infortunio e dunque andrà tenuto d’occhio.

Paolo Maldini e Frederic Massara sognavano di mettere le mani su Sven Botman, ma i costi erano troppo alti e l’ex Lille è volato a Newcastle. Probabilmente a Milanello arriverà un profilo low cost, magari in prestito o comunque dal prezzo contenuto.

Calciomercato Milan, affare Tanganga: la situazione

Uno dei nomi accostati più spesso al Milan è quello di Japhet Tanganga, che secondo quanto riportato oggi da La Gazzetta dello Sport si sarebbe promesso al club rossonero. Ma non aspetterà a lungo, anche se ha messo il Diavolo come prima scelta per il prosieguo della sua carriera.

Japhet Tanganga
Japhet Tanganga in pressing su Gerso Fernandes (©LaPresse)

I contatti con l’entourage sono costanti e le parti si sono date una scadenza in linea con quella della trattativa con il Club Bruges per De Ketelaere: domenica 31 luglio. Entro quel giorno i nodi andranno sciolti. Tanganga finora ha sempre indicato nel Milan la destinazione più gradita, il progetto tecnico lo convince e pensa di poter crescere tanto sotto la guida di mister Pioli, come successo al connazionale Fikayo Tomori.

Va comunque trovato l’accordo con il Tottenham, ancora distante. La società rossonera vuole fare l’operazione sulla base di un prestito oneroso con diritto di riscatto, mentre gli Spurs vogliono inserire l’obbligo di riscatto e puntano a incassare non meno di 20 milioni.

Il Milan dovrà lavorare per trovare un’intesa con il Tottenham, dove il 23enne difensore inglese è una riserva e potrebbe avere poco spazio se rimanesse a Londra. Vero che ci sono anche squadre della Premier League sulle sue tracce, però la sua preferenza è approdare a Milanello e giocarsi un posto con gli altri centrali.