Milan, offerta rifiutata: la trattativa si complica

Uno dei rinnovi in casa Milan non è ancora vicino: l’agente ha respinto l’offerta economica presentata dalla dirigenza.

Paolo Maldini e Frederic Massara in queste settimane sono impegnati soprattutto su acquisti e cessioni, ma non trascurano i prolungamenti di contratto di alcuni giocatori. Da tempo sono noto i nomi di coloro che dovrebbero firmare nuovi accordi.

Paolo Maldini
Paolo Maldini (©LaPresse)

Ci sono Ismael Bennacer e Rafael Leao in scadenza a giugno 2024, dunque c’è una certa urgenza nel finalizzare i loro rinnovi. I contatti con i rispettivi agenti sono partiti mesi fa e ancora non ci sono gli accordi, però il Milan conta di blindare entrambi i giocatori.

Prolungheranno anche Pierre Kalulu, Fikayo Tomori e Sandro Tonali. Hanno contratti più lunghi, ma la dirigenza vuole adeguare i loro stipendi e firmare fino a giugno 2027. Pure Tommaso Pobega dovrebbe estendere la sua intesa con il Diavolo a breve.

Rinnovo Leao, proposta importante del Milan

Il rinnovo più complicato per il Milan è certamente quello di Leao, visto che il suo entourage pretende uno stipendio molto elevato. Stando a quanto rivelato dal Corriere della Sera, il club ha messo sul tavolo un’offerta da 5,5 milioni di euro netti a stagione. Tuttavia, l’agente Jorge Mendes l’ha respinta.

Rafael Leao
Rafael Leao (©LaPresse)

Il Milan è disposto a fare uno sforzo economico importante per blindare Rafa, però il suo procuratore al momento ha respinto la ricca proposta arrivata da via Aldo Rossi. Serve un rialzo per provare ad arrivare alla fumata bianca.

Per la società rossonera è fondamentale rinnovare con il talento portoghese, letteralmente esploso nella passata stagione. Essendo ancora giovane, ha ancora grossi margini di crescita e tutto il potenziale per diventare un top player. Mesi fa Maldini e Massara erano partiti da un’offerta da 4,5 milioni annui, se ora l’hanno rialzata di un milione è il segnale della volontà concreta di blindare Leao.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da MilanLive.it (@milanliveit)