Ritorno Kjaer: come Pioli gestirà la difesa con Kalulu, Tomori e il nuovo acquisto

Con il rientro del centrale danese e il probabile nuovo arrivo, le scelte del tecnico emiliane diventerebbe molto ardue

Finalmente il Milan ha potuto riabbracciare definitivamente anche Simon Kjaer. Il centrale danese è tornato in campo ieri contro il Marsiglia prendendo il posto di Tomori a una ventina di minuti dalla fine.

Kjaer, Tomori e Kalulu
Kjaer, Tomori e Kalulu (©LaPresse)

Un ritorno davvero importante e sul quale Stefano Pioli farà certamente affidamento. Prima dell’infortunio della passata stagione Kjaer, nei minuti iniziali di Genoa-Milan, era il titolare inamovibile della difesa rossonera, accanto a Fikayo Tomori. Le cose ora sono ovviamente un po’ cambiare perché nella seconda parte di stagione abbiamo assistito, per fortuna, all’exploit di Pierre Kalulu.

Il 22enne francese, dopo un iniziale ballottaggio, si è preso il posto da titolare e ha convinto partita dopo partita, anche più di quello che ci si poteva aspettare. Così l’ex Lione è passato dal rappresentare una valida alternativa nel ruolo di terzino destro ad essere una pedina fondamentale nell’undici titolare che ha cavalcato verso lo scudetto nei mesi scorsi.

Gerarchie in difesa, Tomori e Kalulu avanti

Adesso la situazione quindi è complessa e il tecnico emiliano avrà l’onore, ma anche l’onere, di doverla gestire al meglio. Al momento la fiducia a Kalulu e a Tomori è totale, con i due che hanno creato una coppia ben assortita, rendendo il Milan la difesa meno battuta d’Europa nel 2022. Kjaer quindi almeno inizialmente dovrebbe partire dalla panchina, ma poi sarà il campo a dare i responsi e le gerarchie possono cambiare in ogni momento.

Tutto ciò tra l’altro senza contare il fatto che il Milan è a caccia del quarto difensore centrale su mercato, per completare il pacchetto difensivo. Il roster potrebbe essere completato da uno fra Diallo e Tanganga. Sono questi due infatti i nomi principali e sui quale Maldini sta lavorando per rimpiazzare Alessio Romagnoli. L’eventuale nuovo acquisto porterebbe ulteriore concorrenza e difficoltà nelle scelte di Pioli, ,a il Milan avrà tre competizioni da disputare e sicuramente ci sarà minutaggio per tutti.