“Milan in prima fila per lo Scudetto”, Mancini svela il segreto di Pioli

Le dichiarazioni di Roberto Mancini, Ct della Nazionale, intervistato da La Gazzetta dello Sport: dallo Scudetto a Leao e De Ketelaere, ecco il suo parere

Lunga intervista rilasciata da Roberto Mancini a La Gazzetta dello Sport. Il Commissario tecnico della Nazionale italiana ha parlato anche Milan.

Roberto Mancini
Roberto Mancini (©LaPresse)

Inevitabile un pronostico sulla lotta Scudetto: “Milan, Inter e Juve sono davanti a tutti – afferma Mancini -. Poi vedo Roma e Napoli. I rossoneri dovranno confermarsi, come non è riuscito all’Italia? Soprattutto per sfortuna… Io credo che l’entusiasmo dei giovani possa durare, Pioli ha dato alla squadra un gioco sicuro. L’estate ha trasmesso segnali confortanti, ma il calcio vero deve ancora cominciare”.

La passata stagione il Milan ha conquistato lo Scudetto grazie all’esplosione di alcuni calciatori, uno su tutti Rafael Leao, eletto miglior giocatore della Serie A: “La sua vera forza sono i margini di miglioramento – prosegue Mancini -. Può crescere ancora tanto e sta già facendo tanto.Così come può crescereTonali. Per entrambi dovrà essere la stagione della maturità definitiva. De Ketelaere? Ha qualità importanti, atletiche e tecniche. E’ giovane e serve prudenza, ma non gli manca nulla per diventare un crac”

Un accenno, infine, a Tommaso Mancini, che si appresta a diventare un nuovo giocatore del Milan. Il Ct lo conosce molto bene: “E’ bravo e ha fisico – sottolinea Mancini -. Avrei voluto già portarlo a uno stage, ma aveva impegni con il club. Lo seguiremo più di prima”.