La scelta su De Ketelaere: l’undici di Pioli per Milan-Udinese

Le scelte di Stefano Pioli per Milan-Udinese: pochi dubbi, si ripartirà dai calciatori protagonisti dell’ultimo scudetto. Le ultime

Ormai ci siamo per davvero. Sabato alle ore 18.30 inizierà il campionato: sarà il Milan, campione d’Italia, ad aprire le danze: lo fa a San Siro contro l’Udinese. I bianconeri negli ultimi anni sono stati sempre un osso duro contro i rossoneri e bisognerà dunque tenere alta la guardia.

Stefano Pioli
Stefano Pioli (©LaPresse)

Servirà iniziare bene per dare subito un segnale forte alle avversarie, anche perché il calendario non è proprio agevole, con tante insidie fin da subito.

Il Milan, però, ci arriva bene all’incontro: Theo Hernandez e compagni hanno dimostrato, in questo pre-campionato, di essere pronti. Le uniche preoccupazioni sono state legate alle condizioni di alcuni calciatori: Sandro Tonali ha tenuto in apprensione il mondo rossonero per qualche giorno. Dopo gli esami è tornato il sereno ma la sua presenza contro l’Udinese è praticamente impossibile. Punta ad esserci contro l’Atalanta.

A prendere il posto dell’italiano sarà così Rade Krunic, che affiancherà Ismael Bennacer. Non ci sono davvero dubbi sulla linea mediana, che Pioli schiererà contro l’Udinese, così come per la difesa, che sarà composta dal quartetto titolare, Calabria, Kalulu, Tomori e Theo Hernandez.

I nuovi dalla panchina

Charles De Ketelaere è il grande colpo del mercato. Si allena con la squadra ormai da giorni, ha giocato, facendo bene, l’amichevole contro la Pergolettese ma il belga, verosimilmente, partirà dalla panchina, al pari di Adli. Il francese ha fatto tutta la preparazione con la squadra, dimostrandosi già pronto. Una sua presenza dal primo minuto non sarebbe poi una sorpresa ma Pioli vuol dar fiducia a Brahim Diaz nel ruolo di trequartista. A sinistra, chiaramente, non si tocca Rafael Leao; a destra Messias ha dimostrato di star bene, ieri è tornato in gruppo e vuole giocare dal primo minuto.

La punta centrale è pronta a farla Ante Rebic. Il croato ha il piglio dei giorni migliori e Olivier Giroud anche ieri ha lavorato a parte per un affaticamento. Oggi la squadra si allenerà a San Siro e capiremo se il francese potrà recuperare per l’Udinese. Potrebbe strappare una convocazione Divock Origi, da due giorni in gruppo.