Milan, accordo nella notte: tifosi in festa, ha firmato

Accordo trovato, il giocatore firmerà con il Milano fino al 30 giugno 2027: ora è davvero tutto fatto, manca l’annuncio ufficiale

Non solo nuovi arrivi, Paolo Maldini e Frederic Massara stanno lavorando ai rinnovi. Sono diversi i calciatori che necessitano di un adeguamento.

Casa Milan
Casa Milan (©LaPresse)

Pochi giorni fa è stata la volta di Tommaso Pobega. Il giovane centrocampista, rientrato dal prestito al Torino, si è legato al club fino al 30 giugno 2027. Un segnale importante, che testimonia la fiducia del club nei suoi confronti. Il classe 1999 , dopo la partenza di Franck Kessie, sarà un’alternativa valida ai titolari Ismael Bennacer e Sandro Tonali. Nelle gerarchie, al momento, è dietro a Rade Krunic ma le partite da giocare sono tante e ci sarà spazio anche per lui.

Il prossimo calciatore a mettere nero su bianco sarà Fikayo Tomori. Dell’incontro fiume tra il suo entourage e la dirigenza del Milan, in via Aldo Rossi, vi abbiamo raccontato nelle scorse ore.

Accordo trovato grazie alla volontà di tutti di andare avanti insieme: per l’ex Chelsea uno stipendio da più di 3 milioni di euro netti a stagione, più bonus. Un riconoscimento importante ma dovuto dopo una stagione da protagonista al centro della difesa.

Nella notte la conferma prestigiosa de ‘The Time’s: Tomori ha detto sì, risolti gli ultimi dettagli e firma in arrivo su un contratto fino al 30 giugno 2027. Ormai non ci si sono più dubbi, l’inglese sarà uno dei pilastri di questo Milan ed è con i colori rossoneri addosso che si augura di strappare una convocazione con la Nazionale inglese.

Non solo Tomori

Come raccontato, nei giorni scorsi, dopo Fikayo Tomori, per il quale è davvero tutto fatto, toccherà a Sandro Tonali e Rade Krunic, altre due pedine fondamentali dello Scudetto. Poi sarà la volta di Ismael Bennacer, Pierre Kalulu e Rafael Leao.

Il portoghese è chiaramente l’argomento più delicato. Cardinale deve fare un sacrificio importante se vuole mantenere in rosa il talento ex Lille, che tanto piace in giro per l’Europa. Il contratto in scadenza nel 2024 spinge a fare in fretta