Retroscena Milan, Renato Sanches era rossonero: cosa ha cambiato tutto

Spunta dalla Francia un retroscena che spiega i motivi secondo cui Renato Sanches non ha più firmato per il Milan dopo l’ok iniziale.

Purtroppo per il Milan una delle maggiori tentazioni di mercato durante questa estate è finita senza la fumata bianca tanto attesa. I rossoneri si sono fatti scappare un obiettivo molto in voga negli scorsi mesi.

sanches
Renato Sanches (©LaPresse)

Renato Sanches per molto tempo è stato considerato l’obiettivo numero uno del Milan a centrocampo. Un mediano di alto livello, in uscita ormai dal Lille per via della scadenza contrattuale tra meno di un anno.

Ma nonostante voci, dialoghi e speranze più o meno concrete, Sanches non è mai sbarcato a Milanello. Eppure l’accordo sembrava essere stato trovato diverse settimane fa. Ma cosa è successo allora?

L’indiscrezione arriva dalla Francia: l’offerta del PSG fu irrinunciabile

Oggi è stato il quotidiano francese L’Equipe a raccontare ciò che è accaduto alla trattativa tra il Milan e Renato Sanches. La prima scelta del portoghese fu davvero il Milan almeno fino a qualche tempo fa.

Sanches aveva dato l’ok al trasferimento, con Paolo Maldini che stava raggiungendo l’accordo economico per il contratto del centrocampista con il suo agente Jorge Mendes, ultimo ostacolo prima della fumata bianca.

Due fattori però hanno frenato il tutto. In primis lo stand-by al mercato in entrata del Milan nel mese di giugno, periodo in cui i rossoneri poteva realmente chiudere per Renato Sanches. Il passaggio di proprietà da Elliott a RedBird ed il complicato rinnovo contrattuale di Maldini e Massara hanno forzatamente frenato il tutto.

Ma soprattutto l’improvviso inserimento del PSG ha costretto il Milan ad inseguire. I parigini hanno deciso nel mese di luglio di puntare forte su Sanches come nuovo rinforzo in mediana, in particolare per la presenza nel club del dirigente Luis Campos e del tecnico Christophe Galtier, entrambi già consapevoli delle qualità di Sanches.

Galtier e Campos
Christophe Galtier e Luis Campos (Ansa foto)

L’offerta del PSG ha sbaragliato la concorrenza. Messi sul piatto ben 6 milioni netti a stagione come stipendio per Renato Sanches, il quale ovviamente non ha potuto dire di no. Il Milan si sarebbe esposto al massimo sui 3,5 milioni annui, evitando di esagerare con le proposte contrattuali.

Una concorrenza ‘sleale’ quella di Campos, che dunque in poche settimane ha scavalcato il Milan e portato Sanches a Parigi. Un peccato per i rossoneri che ad oggi non hanno ancora reperito sul mercato un sostituto per Kessie.