Atalanta-Milan, solo tre reduci dal 5-0: come è cambiata la formazione

Atalanta-Milan è il match clou della seconda giornata di Serie A in programma tra il 20 e il 22 agosto. Sono passati quasi tre anni da quel 5-0 che ha cambiato, di fatto, la storia rossonera

Ventidue dicembre 2019, a Bergamo splende il sole e il Milan del nuovo allenatore Pioli disputa il match delle 12.30 contro la lanciatissima Atalanta di Gasperini.

Atalanta Milan
Atalanta-Milan, Ilicic in gol (Ansa Foto)

Una prima parte di stagione da dimenticare per i rossoneri con Giampaolo esonerato a fine ottobre e la zona Champions già lontanissima. A fatica, Pioli prova a raddrizzare la situazione ma a Bergamo arriva una debacle storica. Un 5-0 clamoroso, scaturito al termine di un autentico assolo orchestrato da un’Atalanta scatenata con Gomez, Ilicic e Pasalic che disintegrano un Milan mai in partita.

Da quel 22 dicembre, la storia del Milan è cambiata e sapete tutti come. Una settimana dopo quel ko terribile, Ibrahimovic torna in rossonero. Tra gennaio e febbraio una lieve ripresa poi il lockdown per il Covid ferma il campionato. Alla ripresa, in estate, il Milan incamera una serie di risultati utili consecutivi in Serie A che si conclude solo il 6 gennaio 2021 contro la Juve a San Siro.

Il Milan tornerà a Bergamo dopo il 5-0 all’ultima giornata del campionato 2020-21 in una serata storica che ha sancito, con lo 0-2 siglato dal doppio rigore di Kessie, il ritorno in Champions League dopo 7 anni di assenza. Nella scorsa Serie A, altra grande vittoria a ottobre per 3-2 al termine di un’altra ottima prestazione esaltata dai gol di Calabria, Tonali e Leao che hanno vanificato il tentativo di rimonta finale dei padroni di casa.

Milan, due soli “superstiti” da quel 5-0

Rafael Leao
Rafael Leao (©Ansa Foto)

Domenica 21 agosto, il Milan tornerà nuovamente a Bergamo per affrontare l’Atalanta nel posticipo serale della 2.a giornata di Serie A. A quasi tre anni da una sconfitta che sembrava un punto di non ritorno per il club, saranno tre i calciatori ancora in campo alla stregua di quanto avvenuto in quella domenica pre natalizia.

Oltre a Pioli, i tre “superstiti” sono Bennacer e Leao, schierati da titolari nel 5-0, e capitan Calabria, quest’ultimo subentrato a inizio ripresa. Quella domenica doveva esserci anche Theo Hernandez, assente per squalifica. L’esterno francese, con Pioli, aveva tolto il posto da titolare a Rodriguez, preferito da Giampaolo.

Tutti gli altri presenti in campo nel 2019 hanno lasciato il Milan. Ci riferiamo a Donnarumma, Conti, Musacchio, Romagnoli, Rodriguez, Kessie, Suso, Calhanoglu, Piatek e Castillejo.

Donnarumma, Calhanoglu, Kessie erano presenti anche nello 0-2 della stagione seguente che è valso il ritorno in Champions. Di quella squadra, composta in gran parte da calciatori tuttora in organico, non sono più in rossonero Dalot, Meite e Mandzukic.