Rui Costa dice no a Maldini: l’affare non si fa

Il Milan ha fatto un sondaggio per un giocatore del Benfica: Rui Costa, presidente del club di Lisbona, ha detto no a Maldini.

La società rossonera vuole completare il calciomercato estivo con le ultime pedine che mancano alla squadra. Difesa e centrocampo hanno bisogno di un innesto e Stefano Pioli, oltre alla tifoseria, si aspetta che i nuovi acquisti arrivino.

Manuel Rui Costa
Manuel Rui Costa, presidente del Benfica (©LaPresse Foto)

Per la retroguardia non si è mai sbloccata la trattativa per Japhet Tanganga. Il Milan è su di lui da tempo e ha il suo sì al trasferimento, però il Tottenham continua a esigere che il prestito sia con l’obbligo di riscatto. Il semplice diritto all’acquisto del cartellino non è ritenuto sufficiente. L’affare è in standby e il club di via Aldo Rossi deve valutare altre opzioni.

Una di queste è Trevoh Chalobah, considerato cedibile dal Chelsea. Lui potrebbe arrivare in prestito con diritto di riscatto, però prima i Blues devono prendere un giocatore in difesa. Quando avranno rinforzato il reparto, allora potranno dare il via libera alla cessione. Sulle tracce dell’inglese ci sono anche Tottenham, Lipsia, Inter e Roma.

Calciomercato Milan, Rui Costa non vuole vendere Morato

Nelle scorse ore è emerso l’interesse del Milan anche per un altro centrale: Morato del Benfica. Approdato in Portogallo nel 2019 proveniente dal San Paolo, il 19enne brasiliano è cresciuto parecchio soprattutto nella scorsa stagione. Ha un contratto in scadenza a giugno 2024 e Paolo Maldini ha effettuato un sondaggio per capire se vi siano dei margini per imbastire un’operazione.

Morato
Morato, difensore del Benfica (©Ansa Foto)

Stando a quanto rivelato da A Bola, quotidiano portoghese, da Lisbona è arrivato un no all’ipotesi di una partenza di Morato. Manuel Rui Costa, presidente del Benfica, vuole che il difensore sudamericano rimanga e continui a crescere, aumentando così il suo valore. Nei piani c’è anche un rinnovo del contratto, altrimenti tra un anno c’è il rischio di dover vendere il cartellino a un prezzo più basso di quello desiderato dal club.

Il Milan ha preso informazioni, però sembra che non ci siano margini per avviare una negoziazione. Il Benfica aveva già rifiutato i circa 15 milioni di euro offerti dal Rennes. Punta a trattenere e blindare il calciatore. Non ci sarà in trasferimento in Italia né altrove, salvo colpi di scena.