Arriva Thiaw, ora può essere ceduto: “Il Milan non ha ancora deciso”

I rossoneri ora valuteranno il da farsi in questi ultimi giorni perché il giocatore rischia di avere davvero poco spazio

Alla fine il Milan, dopo aver sondato numerosi profili per il reparto arretrato, ha deciso di piazzare il colpo Malick Thiaw, mettendo fine una volta per tutte alla telenovela riguardante il difensore.

Thiaw
Malick Thiaw (©LaPresse)

I rossoneri hanno definito ieri sera l’operazione con lo Schalke 04 sulla base di circa 6 milioni di euro, con il giocatore che si appresta a firmare un contratto quinquennale suo arrivo è previsto per oggi. Thiaw è stato seguito molto a lungo da Maldini e Massara, anche se non era stato il profilo principale sul mercato, anche perché la prima idea era il grande investimento su Sven Botman.

Le richieste troppo alte inoltre avevano fatto sì che l’affare non potesse avviarsi nel mese di gennaio. Ora però, dopo varie valutazioni, la società ha deciso l’affondo per il tedesco. Il classe 2001 è il rinforzo che si aspettava Stefano Pioli per completare il roster dei centrali insieme a Tomori, Kalulu e Kjaer. Adesso sembra che dietro il Diavolo possa considerarsi finalmente al completo.

Dubbi sul futuro di Gabbia: l’Empoli aspetta

C’è però una questione da risolvere, perché al momento il Milan si ritrova con ben cinque difensori centrali, che per una difesa a quattro è un numero un po’ alto. In questa maniera qualcuno rischia di trovare davvero poco spazio nell’arco della stagione e il primo indiziato è Matteo Gabbia. Per questo motivo la dirigenza rossonera sta facendo attente valutazioni.

Fino ad ora il giovane difensore era considerato inamovibile e pronto per cominciare la stagione con il gruppo, ma l’arrivo di Thiaw ha cambiato le cose e ora c’è la possibilità di una partenza in prestito. In passato si era fatta sotto la Sampdoria, ma al momento la squadra più interessata sembra essere l’Empoli di Paolo Zanetti.