“Lo hanno rifiutato”, retroscena Milan: Maldini dice no alla stella

Altra conferma del fatto che Cristiano Ronaldo avrebbe gradito il trasferimento al Milan: il suo agente Jorge Mendes lo aveva offerto al club.

Al 30 agosto 2022 il futuro di Cristiano Ronaldo non è ancora stato definito. Ad oggi, la soluzione più probabile rimane quella di una permanenza al Manchester United. Ma ci resterebbe poco volentieri.

Paolo Maldini
Paolo Maldini, direttore tecnico del Milan (©Ansa Foto)

Infatti, il campione portoghese vuole giocare la Champions League e per farlo deve cambiare squadra. I Red Devils non sono arrivati nelle prime quattro posizioni nello scorso campionato, disputeranno l’Europa League. CR7 non è interessato a tale competizione e cerca un’altra sistemazione. Inoltre, sembra che con il nuovo allenatore Erik ten Hag i rapporti non siano esattamente idilliaci.

Il suo agente Jorge Mendes lavora da settimane al trasferimento, però finora senza fortuna. Un grosso ostacolo è sicuramente rappresentato dallo stipendio altissimo del giocatore, che percepisce oltre 20 milioni di euro netti a stagione. Nessuna società è disposta a pagarlo così tanto.

Calciomercato Milan, proposto Cristiano Ronaldo: altra conferma

Tra le squadre alle quali Cristiano Ronaldo è stato offerto c’è anche il Milan. Oggi il Corriere dello Sport ha confermato che era nell’elenco dei club con i quali Mendes ha fatto un tentativo. Ci sono anche Bayern Monaco, Chelsea, PSG, Barcellona, Real Madrid, Inter e Juventus. L’ultima è il Napoli, che però pretende che il Manchester United copra quasi tutto il pagamento dell’ingaggio.

Cristiano Ronaldo
Cristiano Ronaldo vuole lasciare il Manchester United (©Ansa Foto)

Il Milan non ha mai approfondito l’argomento CR7. Per età, costi e ruolo non interessava. Inoltre, non è semplice inserire un calciatore del genere nello spogliatoio. L’unica “prima donna” presente è Zlatan Ibrahimovic, che però si è messo completamente a disposizione dei compagni in questi anni. Cristiano Ronaldo farebbe lo stesso? La sensazione è che giochi sempre di più per sé stesso.

C’è il rischio concreto che l’ex stella di Real Madrid e Juventus rimanga al Manchester United praticamente da separato in casa. Finora ten Hag gli sta concedendo un minutaggio limitato. Vedremo se da qui al 1° settembre si sbloccherà qualcosa. Sembra improbabile un ritorno allo Sporting Lisbona. Il Napoli è interessato, ma l’affare è complicato.