Si è allenato a parte: Milan, a Salisburgo non ci sarà

I rossoneri sono tornati a lavorare oggi a Milanello, dato che tra soli due giorni c’è la Champions da disputare! Tutte le novità dal centro sportivo rossonero…

Giornata speciale e spensierata oggi a Milanello! I rossoneri si sono ritrovati nella mattinata per accogliere al meglio Gerry Cardinale, il nuovo proprietario del club. Complimenti e discorso motivazionale da parte del capo di RedBird, che ieri ha assistito dal vivo alla vittoria del Milan nel primo derby della stagione!

Riscaldamento Milan
Riscaldamento Milan (acmilan.com)

Cardinale ha assistito anche all’allenamento odierno dei ragazzi di Stefano Pioli, che non hanno il tempo di rifiatare dato l’impegno di Champions League di martedì sera. Sarà il Salisburgo il primo avversario della massima competizione europea per club. Un impegno certamente alla portata, ma che dovrà essere affrontato con la massima concentrazione e grinta.

Un errore potrebbe costare caro ai rossoneri, basti pensare ai gironi della scorsa stagione. La rosa di Stefano Pioli è abbastanza in salute, se non fosse per i recenti infortuni di Alessandro Florenzi e Ante Rebic. Come ben sappiamo, il terzino starà fuori due mesi e non a caso il Milan è intervenuto subito sul mercato prelevando Sergino Dest in prestito dal Barcellona.

Per quanto riguarda l’attaccante croato si tratta invece di un problema fisico di lieve entità, che però lo sta tenendo fuori più del previsto. Ante Rebic sta soffrendo attualmente di un acciacco alla schiena. Come riferisce Peppe Di Stefano a Sky Sport, anche oggi si è allenato a parte, e questa non è affatto una bella notizia. A due giorni dal Salisburgo, è difficile pensare che possa recupera per martedì sera.

Probabile che ancora una volta Rafael Leao sia costretto agli straordinari. Divock Origi, invece, è totalmente recuperato e lo dimostra la presenza di ieri nel derby da subentrato. Potrebbe essere proprio il belga la prima punta titolare in Salisburgo-Milan! Così da far rifiatare un pò Olivier Giroud.