Inter-Bayern Monaco 0-2: i bavaresi stendono i nerazzurri al Meazza

Il Bayern Monaco batte l’Inter 2 reti a 0: i bavaresi si impongono al Meazza e dominano una gara in cui i nerazzurri non sono mai riusciti ad entrare.

Inter e Bayern Monaco è certamente un grande classico europeo, e non solo perché le due compagini si sono sfidate nell’ormai celebre finale del 2010, quella del triplete nerazzurro. Dati i giocatori in campo, la gara guadagna un fascino spettacolare sotto ogni aspetto.

Inter-Bayern Monaco 0-2 (©LaPresse)
Inter-Bayern Monaco 0-2 (©LaPresse)

Le due squadre si sono affrontate sette volte in gare ufficiali nella loro storia con un bilancio perfettamente equilibrato: un pareggio e tre successi per parte. Le tre vittorie dei bavaresi sono arrivate tutte da San Siro: l’ultima il 23 febbraio 2011, agli ottavi di Champions, 0-1 con gol di Mario Gomez nel finale.

Formazioni in campo

Inzaghi è giunto al primo match di Champions con la formazione completamente rimaneggiata rispetto agli undici del derby. Innanzitutto, da notare il debutto di Onana tra i pali al posto di capitan Handanovic. D’Ambrosio in difesa, a completare il terzetto con Skriniar e Bastoni. A centrocampo dal primo minuto Mkhitaryan e Gosens con i confermatissimi Dumfries, Brozovic e Calhanoglu. Infine, in attacco compaiono Dzeko e Lautaro Martinez dal primo minuto.

Anche Nagelsmann, come Inzaghi, ha invertito la rotta rispetto all’1-1 di Berlino contro l’Union. Neuer confermato tra i pali. De Ligt si posiziona in coppia con Hernandez in difesa. Sulle fasce Pavard a destra e Davies a sinistra. A centrocampo, Kimmich e Sabitzer, con Muller dietro l’unica punta Manè, e gli esterni Coman e Sané.

Inter-Bayer Monaco: divario incolmabile

A dirigere l’incontro è stato il francese Clément Turpin, assistito da Danos e Gringore, con Buquet come quarto uomo. Al Var, Brisard assistito da Delajod.

La gara ha inizio e il Bayern mostra fin da subito la superiorità netta sull’Inter, orchestrando un gioco magnetico e funzionale e creando diverse situazioni pericolose.

Dopo 25′ arriva il vantaggio della squadra ospite: Kimmich si inventa l’assist per Sané, che dribbla Onana e porta il Bayern in vantaggio. La pressione del Bayern è totale in ogni zona del campo e con l’aggiunta di un palleggio ipnotico, il divario tra le due squadre sembra essere incolmabile.

Al quarto d’ora della ripresa arriva il doppio vantaggio dei bavaresi: Sanè tenta un tiro-cross verso l’area piccola, dopo la triangolazione con Coman, e trova una fortuita deviazione in porta di D’Ambrosio. Nel finale, i nerazzurri hanno la chance per riaprire la gara, ma Correa fallisce miseramente calciando a lato della porta difesa da Neuer.

Ora il Bayern è al comando del Gruppo C insieme al Barcellona, uscito vittorioso dal match contro il Viktoria Plzen: i catalani si sono imposti per 5-1. Nel prossimo turno sono in programma Viktoria Plzen-Inter e Bayern-Barcellona.